– ROMA – Sarà Il Papa ad aprire con un suo videomessaggio, la 24h Scholas Talks​ in occasione dello ​#StopCyberbullyingDay​ che si terrà domani 21 giugno a Roma.È WeZum, l’Osservatorio giovanile internazionale della fondazione Pontificia ​Scholas Occurrentes, in collaborazione con ​Time4Child Cooperativa Sociale ONLUS​, ad organizare la prima conferenza online contro il bullismo ed il cyberbullismo: ​#StopCyberbullyingDay | 24h Scholas Talks.Sono oltre ​i 130 relatori​ che dibatteranno sul tema del contrasto al fenomeno del bullismo e cyberbullismo. Un summit internazionale che si basa sul confronto e l’ascolto con i ​giovani di oltre 20 paesi.
Il medium online sarà lo spazio in cui esperti del mondo accademico e delle organizzazioni sociali che hanno tra i propri argomenti di ricerca e azione la prevenzione e il trattamento del bullismo e del cyberbullismo, affronteranno un’analisi profonda del fenomeno. Tra i protagonisti dell’incontro ci saranno Dan Raisbeck, (Cybersmile Foundation – #StopCyberBullyingDay), Nicholas Carlisle (No Bully Foundation ), Leslee Udwin (Think Equal), Fondazione Barcelona, Janice Richardson (Safer Internet Day)​, sono solo alcuni dei nomi confermati. Questa maratona virtuale ha il sostegno di governi e di istituzioni regionali, nazionali e internazionali, tra gli altri: ​UNICEF, Unione Europea, Governi dell’Italia e dell’Argentina, e rappresentanti del Vaticano​. In particolare in Italia, questa iniziativa è supportata dal ​Ministro della Pubblica Istruzione della Repubblica, Marco Bussetti. Parteciperanno anche alcune tra le principali società tecnologiche come ​Microsoft, Google e IBM​, attori chiave nello sviluppo di strategie di contrasto, prevenzione e sensibilizzazione sul tema del bullismo e del cyberbullismo. Durante le ​24 ore della conferenza virtuale​, parleranno anche influencer di diversi paesi, donando il loro tempo e la loro esperienza, per sensibilizzare su questo fenomeno, tra questi: ​Sebastian Yatra, Alessandro Mahmoud e Lola Ponce.
Inoltre, nell’ambito di questa maratona virtuale, Wezum presenterà il primo rapporto globale sul cyberbullismo, frutto di un sondaggio condotto tra più di 5000 giovani che hanno partecipato alle esperienze di Scholas negli ultimi anni e lo studio del comitato scientifico. Infine verrà presentato e firmato il manifesto dello #STOPCYBERBULLYINGDAY Italia. 12:00 (UTC+2)​ sua Santità​ Papa Francesco,​ con un suo video messaggio, darà il via alla​ 24h Scholas Talks​ in occasione dello ​#StopCyberbullyingDay​.
WeZum l’Osservatorio giovanile internazionale della fondazione Pontificia ​Scholas Occurrentes, in collaborazione con ​Time4Child Cooperativa Sociale ONLUS​, organiza la prima conferenza online contro il bullismo ed il cyberbullismo: ​#StopCyberbullyingDay | 24h Scholas Talks.
Sarà un evento di portata internazionale che vedrà la partecipazione di oltre ​130 relatori​, i quali avvieranno una conversazione sul come prevenire e contrastare ​bullismo e cyberbullismo a livello globale. Inoltre, i ​giovani di oltre 20 paesi ​prenderanno la parola per dire al mondo cosa pensano, cosa sentono, come hanno vissuto e sperimentato questo problema.
Saranno parte di questo evento online, esperti del mondo accademico e delle organizzazioni sociali che hanno tra i propri argomenti di ricerca e azione la prevenzione e il trattamento del bullismo e del cyberbullismo. ​Dan Raisbeck, (Cybersmile Foundation – #StopCyberBullyingDay), Nicholas Carlisle (No Bully Foundation ), Leslee Udwin (Think Equal), Fondazione Barcelona, Janice Richardson (Safer Internet Day)​, sono solo alcuni dei nomi confermati.
Questa maratona virtuale ha il sostegno di governi e di istituzioni regionali, nazionali e internazionali, tra gli altri: ​UNICEF, Unione Europea, Governi dell’Italia e dell’Argentina, e rappresentanti del Vaticano​. In particolare in Italia, questa iniziativa è supportata dal ​Ministro della Pubblica Istruzione della Repubblica, Marco Bussetti.
Parteciperanno anche alcune tra le principali società tecnologiche come ​Microsoft, Google e IBM​, attori chiave nello sviluppo di strategie di contrasto, prevenzione e sensibilizzazione sul tema del bullismo e del cyberbullismo. Durante le ​24 ore della conferenza virtuale​, parleranno anche influencer di diversi paesi, donando il loro tempo e la loro esperienza, per sensibilizzare su questo fenomeno, tra questi: ​Sebastian Yatra, Alessandro Mahmoud e Lola Ponce.
Inoltre, nell’ambito di questa maratona virtuale, Wezum presenterà il primo rapporto globale sul cyberbullismo, frutto di un sondaggio condotto tra più di 5000 giovani che hanno partecipato alle esperienze di Scholas negli ultimi anni e lo studio del comitato scientifico. Infine verrà presentato e firmato il manifesto dello #STOPCYBERBULLYINGDAY Italia. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)