– ROMA – “Darò il mio convinto contributo perché in Europa non s’imponga un asse solitario di pochi paesi,ma si trovi il giusto equilibrio”. Così questa mattina il premier Giuseppe Conte, ha ribadito questa mattina la sua posizione di non vedere l’Italia complice di posizioni precostituite in vista della nuova riunione a Bruxelles per le nomine ai vertici che si terrà oggi alle 11. “Si metta al centro la crescita,evitando l’austerity e il primato della finanza” ha poi aggiunto il premier italiano. Sulla questione della possibile procedura d’infrazione, su cui già ieri il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella era intervenuto affermando che non ci sono motivi perché questa possa essere applicata, anche Conte tiene a precisare: ”I dati certificano la solidità della nostra economia. Migliorano i conti pubblici,il deficit è in calo,aumentano le entrate, diminuisce la disoccupazione e crescono gli occupati”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)