– HONG KONG – Nel quinto anniversario del rifiuto di Pechino di concedere ad Hong Kong la possibilità di conservare l’autonomia di ex colonia britannica, scoppia ancora una volta la protesta dei cittadini che questa volta, però, per evitare il divieto del governo cinese di scioperi e proteste politiche, a causa degli scontri delle settimane scorse, hanno organizzato una manifestazione di preghiera.Probabilmente non basterà la marcia silenziosa per evitare le iniziative di polizia contro il cordone umano perché le forze dell’ordine cinesi si stanno già organizzando per sbarrare la strada ai manifestanti con gli automezzi dotati di idranti.E nel primo pomeriggio, diverse migliaia di persone si sono radunate a Wanchai, nel centro dell’isola. In previsione degli scontri, la polizia ha eretto nuove barriere intorno all’Ufficio di collegamento, che ospita gli uffici locali del governo centrale cinese nell’ex colonia britannica. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)