– MESSINA – La Dda di Palermo ha disposto il fermo a Messina di tre persone accusate di sequestro di persona, tratta di esseri umani e tortura. Avrebbero trattenuto in un campo di prigionia libico decine di profughi pronti a partire per l’Italia,rilasciandoli solo dopo pagamento di un riscatto da parte delle loro famiglie. I migranti hanno raccontato di essere stati torturati, picchiati e di aver visto morire compagni di prigionia Si tratta di un guineano e due egiziani,che al momento del fermo si trovavamo nell’hot-spot di Messina. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)