– NAPOLI – L’ex parlamentare del Pdl ed ex magistrato Alfonso Papa è stato assolto dalla seconda sezione penale della Corte d’appello di Napoli. La richiesta degli arresti per Papa era arrivata per Papa nel 2011 dai pm Francesco Curcio e Henry John Woodcock e dal procuratore aggiunto Francesco Greco per reati a vario titolo dalla concussione alla corruzione, falso e rivelazione di segreto d’ufficio ma soprattutto per un suo coinvolgimento, insieme al faccendiere e giornalista Luigi Bisignani nella “Loggia P4”, una sorta di associazione a delinquere che, però, nel corso del giudizio si dimostrò completamente insussistente. Una vicenda quella intrapresa dall’accusa dei pm che portò la Camera dei Deputati a dover votare sull’arresto del parlamentare. Furono 319 i voti favorevoli e 293 contrari. Per 103 giorni Papa rimase in cella a Poggioreale. L’ex magistrato, era stato condannato in primo grado dalla prima sezione penale del Tribunale di Napoli a 4 anni e sei mesi di reclusione per alcuni dei reati contestati e assolto per altri. Con la sentenza emessa in data odierna, la Corte di Appello di Napoli ha mandato assolto Papa da tutti i reati. L’indagine era nata nel 2010 e culminata nell’estate del 2011 nell’arresto di Papa e del faccendiere Luigi Bisignani che poi aveva patteggiato. 
“Con questa indagine ho perso famiglia e lavoro ma guardo avanti – ha detto Papa – È stata un’esperienza che mi ha fatto capire tante cose che adesso entrano nel mio bagaglio esistenziale e che credo mi rendano pronto a vivere una fase nuova della mia vita, guardando anche con occhi diversi magari determinate realtà e determinate situazioni”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)