– ROMA – Break per i prezzi del petrolio dopo il balzo di ieri seguito all’attacco con i droni agli impianti petroliferi gestiti dalla compagnia pubblica Aramco in Arabia Saudita, che ha portato a dimezzare la produzione del Regno, primo esportatore mondiale. Già in serata sui mercati asiatici c’era stato un raffreddamento e stamane il barile di Brent,greggio di riferimento del mare del Nord, che ieri aveva visto una impennata di oltre il 15%, si attesta a quota 68,67 dollari al barile. Il Wti,referente Usa,vale 62,08 al barile.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)