– ROMA –  “Che ci sia un problema di dissesto idrogeologico, non ce ne possiamo accorgere solo oggi”. Così ha dichiarato il premier Giuseppe Conte a margine della visita allo stabilimento Fca di Melfi parlando della nuova ondata di maltempo. “Già a fine del 2018, ho cercato di spingere per adottare il Piano proteggi Italia. Un piano organico – spiega – sia sulla prevenzione che per la gestione delle emergenza ma non risolve comunque i problemi. Ora sono stati stanziati 11 miliardi su base pluriennale, ora però dobbiamo spendere questi soldi quindi dobbiamo assolutamente accelerare con tutte le opere e i cantieri che ci consentano di contrastare il dissesto idrogeologico”, osserva il premier affermando che “siamo in contatto con il ministro De Micheli che è in Liguria, stiamo dando attenzione a tutte le situazioni: dal Piemonte alla Liguria, la Campania  e la Calabria, ci sono problemi dappertutto. La macchina soccorsi sta funzionando. Siamo in contatto con il capo della Protezione Civile Borrelli”, conclude Conte. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)