– ROMA – Oggi 4 novembre, inizia l’iter della Legge di Bilancio al Senato dove, una volta incardinata nelle competenti commissioni, si svolgerà il consueto ciclo di audizioni. La legge di Bilancio farà ricorso a un maggior deficit per un valore di 16,3 miliardi nel 2020, di 12,7 miliardi nel 2021 e 10,5 miliardi nel 2022. Emerge dalla lettura della tabella finale di sintesi della Legge di Bilancio nella quale sono indicati gli effetti complessivi delle misure ai fini dell’indebitamento netto. Le nuove tasse introdotte con la manovra aumenteranno nel 2020 il prelievo fiscale per oltre 2 miliardi. L’anno successivo l’incasso raddoppia a oltre 4 miliardi. Il testo ha ottenuto la ‘bollinatura’ della Ragioneria generale e la firma di Sergio Mattarella. La tassa sulle auto aziendali frutterà 332,6 milioni, bonus per 440 mila bebé, il congedo per i neo papà sale da 5 a 7 giorni. La stretta sul forfait al 15% per le partite Iva vale 894 milioni nel 2021 e 568 milioni nel 2022. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)