– PECHINO – Entrano nel vivo i piani di evacuazione di diversi Paesi da Wuhan,città epicentro dell’epidemia da coronavirus. Tokyo invierà stasera un aereo per iniziare il rimpatrio dei suoi cittadini. Anche Londra sta lavorando con Pechino per evacuare i circa 300 cittadini britannici che si trovano nella provincia dello Hubei. Nei prossimi giorni anche la Corea del Sud invierà voli charter a Wuhan per l’evacuazione dei propri connazionali. Il direttore Oms ha espresso piena fiducia in Pechino e si dice contrario alle evacuazioni degli stranieri ma da più parti è stata criticata la reazione tardiva delle autorità cinesi rispetto al fenomeno ed anche della stessa Organizzazione mondiale della Sanità che è stata a guardare per alcuni giorni prima di iniziare a valutare il problema per la sua reale importanza.
Sta di fatto che il bilancio dei morti è salto a 106 il bilancio mentre sono stati confermati 1.300 nuovi casi di contagio che portano il totale nazionale in Cina ad oltre 4.000. Lo hanno reso noto le autorità di Pechino, precisando che dei 106 morti, 100 sono deceduti nella provincia di Hubei, focolaio dell’epidemia. La Cina ha deciso il rinvio sine die dell’inizio del secondo semestre per scuole e università, negli sforzi per contenere l’epidemia del coronavirus di Wuhan. Il ministero dell’Educazione, con gli studenti nel pieno delle vacanze del Capodanno lunare, non ha fornito ulteriori dettagli. Intanto le autorità sanitarie statunitensi hanno alzato al massimo livello il rischio per i viaggi in Cina a causa del nuovo coronavirus. L’allerta massima lanciata dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) arriva poche ore dopo l’appello del dipartimento di Stato Usa perché vengano evitati i viaggi nel Paese focolaio dell’epidemia. Il primo impatto dell’epidemia sta già pesando sull’industria del turismo e su quello crocieristico. Le più importanti compagnie di navigazione da Msc a Costa a Royal Caribbean hanno annullato le rotte verso il continente asiatico.In Europa ai casi di Francia e Austria si aggiunge quello della Germania mentre c’è un caso sospetto a Pistoia. Una turista cinese 53enne, originaria della provincia dell’Hubei, è ricoverata da ieri all’ospedale San Jacopo di Pistoia. È quanto ha fatto sapere, con una nota, l’Asl Toscana Centro. La donna, che viaggiava con una comitiva di turisti cinesi a bordo di un pullman diretto a Lucca, è svenuta e accusava febbre. “Precauzionalmente il mezzo su cui viaggiava la signora – spiega l’Asl – si è fermato nell’area di servizio di Serravalle pistoiese ed è stata chiamata la centrale operativa 118 Empoli-Pistoia che ha soccorso la paziente trasferendola nel pronto soccorso di Pistoia, dove i sanitari hanno subito attivato le procedure previste dal protocollo ministeriale per questi casi”. Nel frattempo, è stato deciso di isolare l’area di servizio. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)