– TEHERAN – Un poliziotto è morto, colpito da un proiettile, a Kermanshah, nell’ovest dell’Iran durante le proteste contro il caro-benzina e il razionamento del carburante. Quaranta persone sono state arrestate a Yazd nel corso di disordini Duro monito della polizia contro chi “crea insicurezza e disordine che sarà affrontato con decisione”. Intanto il leader supremo Khamanei ha espresso sostegno all’aumento dei prezzi della benzina.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)