– ROMA – Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti si siederà al tavolo delle trattative con il M5S, è questa l’indicazione arrivata dalla direzione generale dei democratici dopo che lo stesso Zingaretti è riuscito a far sintesi tra le diverse posizioni che si sono confrontate nel vertice del partito d’opposizione 
Dunque c’è  il mandato  per un mandato pieno ma con una condizione per poter andare avanti: che ci sia “discontinuità” con il passato. I democratici non vogliono un contratto, ma piuttosto metteranno sul tavolo una serie di temi, dall’Europa alle politiche economiche, intorno ai quali far partire una discussione. Perplessità del vice Orlando sul nome di Conte: “Non è possibile costruire un’esperienza diversa con lo stesso presidente del consiglio” –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)