BI-REX: i traguardi raggiunti dal Competence Center di Bologna ad un anno dalla sua costituzione

529

TORINO – In occasione di A&T 2020, la Fiera dell’Industria 4.0 di Torino, i rappresentanti dei Centri di Competenza Italiani hanno raccontato al grande pubblico le attività svolte, i programmi e i progetti a breve e lungo periodo ad un anno dalla loro costituzione. Tra gli speaker, anche il sottosegretario Gian Paolo Manzella del Ministero dello Sviluppo Economico che ha effettuato il proprio intervento al termine della tavola rotonda, soffermandosi sulla centralità dei Competence Center nelle politiche del MISE.
Ad oggi BI-REX è tra i COMPETENCE CENTER più avanzati dal punto di vista delle iniziative messe in campo e dalle attività avviate, a partire dal primo bando pubblico che ha messo a disposizione delle aziende per i loro progetti innovativi I. 4.0 la somma complessiva di 3,2 milioni di Euro (il finanziamento più cospicuo sbloccato finora dalla rete degli otto CC). I progetti presentati dalle imprese durante il mese di febbraio saranno valutati da una commissione di esperti indipendenti nominata dal Comitato Esecutivo: i criteri di valutazione tenderanno a premiare collaborazioni di filiera e progetti che coinvolgano PMI, enti di ricerca e università al fine di creare innovazione e opportunità di sviluppo a quanti più soggetti e realtà possibili.
Durante la tavola rotonda, Stefano Cattorini, Direttore Generale di BI-REX, ha fatto il punto sui traguardi raggiunti dal Competence Center bolognese a partire dalla sua fondazione, evidenziando come nel giro di un anno BI-REX sia stata in grado di avviare con successo un percorso di crescita, attivando i suoi organi di governo, potenziando il suo organico, ormai coperto in tutte le sue unità principali, e effettuando una scelta strategica della sede, individuata all’interno dell’Opificio Golinelli, con il chiaro obiettivo di sostenere la cultura industriale e le imprese manifatturiere e favorire la contaminazione di nuovi concetti e tecnologie.
Tra gli obiettivi immediati illustrati da Cattorini c’è il completamento della linea pilota, fabbrica digitale a cielo aperto di 600 mq a disposizione delle aziende italiane che vogliano sviluppare progetti di innovazione e ricerca industriale senza i vincoli di produzione aziendali (in quanto consente creazioni prototipali avanzate e piccole serie ad alto valore aggiunto). La Linea Pilota (Digital Capability Center), la cui installazione avverrà entro la prossima primavera, è una linea di produzione all’avanguardia realizzata con un investimento di 3 milioni di Euro dove le tecnologie di Industria 4.0 vengono integrate in un ambiente interconnesso, riconfigurabile e flessibile, a seconda delle necessità.
BI-REX è inoltre già pronto a guardare fuori dall’Italia per posizionarsi come nuovo soggetto di partnership pubblico-privato innovativa: nell’ottobre 2019 è stato infatti parte della missione del Governo italiano nella Silicon Valley, in occasione dell’Innovation Forum Italia-USA, con la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sergio Bertolucci, già Direttore della Ricerca Scientifica al CERN di Ginevra e presidente del Comitato di Indirizzo di BI-REX, è stato scelto per rappresentare gli otto competence centre tricolori.
“Siamo molto soddisfatti dei traguardi raggiunti – ha dichiarato Cattorini – BI-REX si configura oggi come centro di eccellenza nel panorama nazionale, con una roadmap chiara da implementare e con peculiarità specifiche che lo rendono l’unico competence center a guida industriale. Vi sono ancora molte attività da sviluppare: il nostro obiettivo è quello di proseguire il percorso avviato, rafforzando la nostra presenza ed incrementando la nostra visibilità, per poter diventare a lungo termine un centro di aggregazione di eccellenze pubbliche e private”.

(I-TALICOM)