Coppa del Mondo FIFA 2022: in campo l’AI di Darktrace

280

Il gruppo aziendale del Qatar, che fornisce l’infrastruttura per la Coppa del Mondo FIFA 2022,ha adottato l’intelligenzaartificiale ad autoapprendimentodi Darktrace per proteggere la propria supply chain e i progetti realizzati nel Paese in preparazione dei prossimi mondiali

 

 

MILANO – Darktrace, leader globale nell’Intelligenza Artificiale per la cybersecurity, ha annunciato oggi che Power International Holding (PIH), il gruppo aziendale del Qatar che fornisce l’infrastruttura per la Coppa del Mondo FIFA 2022, ha selezionato l’IA di Darktrace per proteggere i suoi ambienti digitali dalle minacce informatiche.

 

Un gigante nel suo settore, PIH ha oltre 60.000 dipendenti e gestisce più di 50 aziende in sei diversi mercati. L’organizzazione sta promuovendo ampi progetti in preparazione della Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022, compresa la creazione di alloggi integrati per famiglie con ambienti di smart working, progettati per accogliere gli appassionati di calcio nel corso della Coppa del Mondo e servire le comunità del Qatar negli anni a venire.

 

Per realizzarei suoi progetti, PIH fa affidamento su un ampio gruppo di fornitori e appaltatori. Consapevole del crescente rischio che si verifichi una violazione dei dati o una compromissione informatica attraverso la propria supply chain, PIH ha scelto di adottare una tecnologia che fosse in grado di salvaguardare l’intera infrastruttura digitale del proprio Gruppo, inclusa la suite Microsoft 365 che comprende Outlook, Teams e Sharepoint.

 

“Un attacco informatico contro PIH potrebbe danneggiare notevolmente i progetti che il nostro Paese sta portando avanti per prepararsi al meglio alla Coppa del Mondo FIFA e causare danni consistenti, bloccando le attività dei nostri clienti globali”, ha commentato Jasim Abdul Rahman, Group Chief Information Officer di Power International Holding. “Con la tecnologia Autonomous Response di Darktrace, possiamo essere certi che dipendenti e clienti siano protetti da attacchi sempre più mirati e in rapida trasformazione e, ancora più importante, evitare che le attività delle nostre aziende siano sabotate”.

 

L’IA ad autoapprendimento alimenta l’intera gamma di soluzioni per la sicurezza informatica proposta da Darktrace. Sviluppata a Cambridge, la tecnologia funziona imparando il normale “modello di vita” di un’organizzazione, incluso quello dei suoi utenti, dispositivi e di tutti gli ambienti digitali, e utilizza questa comprensione per identificare e rispondere a minacce sofisticate in tempo reale, ancoraprima che il team di sicurezza sia in grado di intervenire.

 

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments