Emirates e Qantas estendono la loro partnership per promuovere la ripresa dei viaggi internazionali

215

BOSTON – Qantas ed Emirates hanno annunciato che estenderanno la loro importante partnership per altri cinque anni: ciò significa che i clienti e i viaggiatori abituali di entrambe le compagnie avranno accesso a un ampio network congiunto e a milioni di posti premio per viaggiare in Australia, Nuova Zelanda, Europa e Regno Unito.

L’accordo è stato firmato dal presidente di Emirates, Tim Clark, e dall’amministratore delegato di Qantas Group, Alan Joyce, all’assemblea annuale dell’International Air Transport Association a Boston.

Entrambe le compagnie aeree hanno già le approvazioni delle autorità di regolamentazione per gestire un’attività congiunta fino a marzo 2023. Qantas ed Emirates cercheranno una nuova autorizzazione dalle autorità di regolamentazione competenti, tra cui l’Australian Competition and Consumer Commission, per procedere con gli elementi fondamentali della partnership, compreso il coordinamento di prezzi, orari, vendite e marketing turistico sulle rotte approvate fino al 2028. L’accordo include un’opzione per il rinnovo per altri cinque anni oltre.

Insieme, entrambe le compagnie aeree stanno mettendo a disposizione milioni di posti premio per i viaggiatori abituali, per accedere a più di 100 destinazioni utilizzando i punti Qantas o le miglia Skywards, che molti hanno accumulato durante la pandemia.

Per i clienti Emirates, l’accordo fornisce l’accesso a oltre 55 destinazioni australiane verso le quali Emirates non vola e i clienti Qantas possono volare verso Dubai e accedere a oltre 50 città in Europa, Medio Oriente e Nord Africa, dove Qantas non effettua servizio.

Mentre Qantas ed Emirates si riprendono dall’impatto che il COVID-19 ha avuto sulle rispettive attività, la partnership continuerà a fornire vantaggi finanziari per entrambe le compagnie.

Tim Clark, presidente di Emirates Airline, ha dichiarato: “L’estensione della nostra partnership con Qantas è la testimonianza del suo successo. Riflette anche il nostro impegno per garantire che i clienti che viaggiano da e verso l’Australia, un mercato che serviamo da 25 anni, continuino ad avere i migliori collegamenti e i vantaggi dei viaggiatori abituali. Nonostante le sfide degli ultimi 18 mesi, l’annuncio di oggi rafforza il fatto che Emirates è qui per restare.

“La nostra partnership collega i viaggiatori a oltre cento destinazioni in tutto il mondo sul nostro network congiunto e offre un’esperienza premium coordinata come l’accesso a punti nevralgici e a lounge. Con la riapertura dei confini, non vediamo l’ora di ripristinare i nostri orari dei voli australiani, compresi i nostri famosi servizi su A380 e di accogliere i clienti per sperimentare la nostra migliore partnership per molti altri anni.

Il CEO di Qantas Group, Alan Joyce, ha dichiarato: “Questo segna la continuazione di una delle partnership bilaterali più significative nel settore dell’aviazione. L’abbiamo chiamata “sismica” quando è stato lanciata nel 2013 e lo è stata, soprattutto in termini di ciò che ha significato per oltre 13 milioni di persone che hanno viaggiato sui voli che fanno parte dell’accordo.

“La premessa della nostra partnership con Emirates è sempre stata che nessuna compagnia aerea può volare ovunque, ma insieme possiamo volare nella maggior parte dei luoghi in cui i nostri clienti comuni vogliono viaggiare. E che trattiamo i clienti gli uni degli altri come se fossero nostri.

“Sappiamo che il mercato dell’aviazione internazionale impiegherà anni per riprendersi completamente, quindi una stretta collaborazione tra i partner delle compagnie aeree sarà più importante che mai”.

(I-TALICOM)