Maiora Solutions lancia EPONA, lo strumento di AI dedicato agli investimmenti immobiliari

469

MILANO – Maiora Solutions, start-up innovativa specializzata nello sviluppo di strumenti di intelligenza artificiale e analisi avanzata dei dati per aziende di diversi settori, ha lanciato la nuova versione di EPONA, il primo strumento di intelligenza artificiale dedicato agli investimenti immobiliari, con funzionalità ampliate e un numero di città che è arrivato a 30.

EPONA è un tool in grado di identificare correttamente il valore degli immobili in Italia, prevedendo la loro evoluzione futura in modo da consentire a advisor e investitori di poter prendere decisioni corrette e pianificare gli investimenti in maniera razionale e informata.

I professionisti di Maiora, grazie all’esperienza consolidata nell’uso e nell’analisi avanzata dei dati e nello sviluppo di soluzioni automatizzate, in partnership con Bocconi Students for Real Estate – associazione fondata nel 2019 col focus sul settore immobiliare – hanno curato negli ultimi mesi lo sviluppo di nuove funzionalità di EPONA.

 

Grazie a queste, EPONA è oggi in grado di fornire ai suoi clienti nuove dashboard navigabili che permettono di generare grafici e reportistiche che mostrano l’evoluzione del valore degli immobili nelle principali città italiane (Milano, Bologna, Roma, Napoli e molte altre) sia per quanto riguarda gli affitti che per le vendite; di identificare i quartieri dove è più conveniente investire; di ottenere informazioni qualitative sui quartieri (come servizi pubblici, servizi essenziali, bar, ristoranti, negozi); di prevedere il reale valore degli immobili nel futuro; di ottenere nuovi indicatori di rendimento finanziario per valutare e comparare gli investimenti tra immobili differenti, con prospetti finanziari e business case; e la possibilità di valutare come gestire grandi superfici da ristrutturare, in modo da ottenere la divisione della metratura e i prezzi raccomandati in maniera intelligente, grazie all’utilizzo di dashboard per l’ottimizzazione dello spazio e dei prezzi di grandi superfici.

 

Ogni giorno EPONA può elaborare infatti migliaia di annunci di affitti e vendite in tutta Italia, raccogliendo al tempo stesso i dati dell’Agenzia delle Entrate ogni volta che vengono resi disponibili, e i dati qualitativi dei quartieri, in modo da definire il livello di servizi per ogni zona delle città, e il target potenziale di ogni quartiere. Queste informazioni vengono inserite in appositi algoritmi, che vanno quindi a creare dei grafici e della reportistica aggiornata in tempo reale, popolando le diverse dashboard interattive in cui investitori e consulenti possono verificare quale sia l’evoluzione del valore degli immobili, ed effettuare delle simulazioni e comparazioni di possibili investimenti.

 

Andrea Torassa ed Emilio Zunino, fondatori di Maiora Solutions, hanno dichiarato: “Abbiamo lavorato a lungo alle nuove funzionalità di EPONA anche grazie al supporto dell’associazione Bocconi Students for Real Estate che ci ha aiutato nell’ottimizzazione delle nuove dashboard interattive per ottenere dati ancora più precisi e accurati. Crediamo che questo strumento possa davvero fare la differenza e aiutare i professionisti nel settore degli investimenti immobiliari a massimizzare il loro ritorno economico”.

 

 

IL REPORT: IL MERCATO IMMOBILIARE DA GENNAIO AD APRILE 2021 DA NORD A SUD ITALIA

 

Da inizio 2021 sono stati rilevati differenti livelli di prezzo di vendita al metro quadro degli immobili delle città nelle 3 aree geografiche considerate: Nord, Centro e Sud Italia. Dopo un 2020 complesso per il settore immobiliare, i primi quattro mesi del 2021 sono stati segnati da variazioni positive dei prezzi di vendita al metro quadro degli immobili nelle tre aree, segno forse dell’inizio di una ripresa nel real estate della penisola.

 

· Il Nord Italia registra la performance migliore con un +32% da inizio anno e un prezzo medio di vendita al metro quadro di poco superiore a 3000€.

· Andamento più stabile per i prezzi delle città del Centro Italia, che a fine periodo registrano una variazione positiva pari al +7% con un prezzo medio al metro quadro al 30 aprile di poco inferiore ai 3000€.

· Performance molto positiva anche per le città del Sud Italia con un incremento nell’ultimo quadrimestre del 17% e un livello di prezzo medio al metro quadro di circa 1900€, circa il 40% più basso rispetto alle due precedenti zone.

 

Nord Italia

Le città di questa area che nel primo quadrimestre 2021 hanno fatto segnare le performance migliori in termini di variazione di prezzo al metro quadro sono Bologna (aumento dei prezzi degli immobili civili pari al 29%) e Milano (con una variazione positiva dei prezzi al metro quadro alla fine del mese di aprile pari al +6%). Le città che hanno visto ridurre in modo più marcato i prezzi dei propri immobili sono Verona (performance negativa pari al -9%), Venezia (situazione analoga con una flessione pari al -7%) e Aosta (che ha visto ridursi del 7% il prezzo di vendita degli immobili cittadini).

 

 

Centro Italia

Le città che nel primo quadrimestre 2021 hanno fatto segnare le performance migliori in termini di variazione di prezzo al metro quadro sono Ancona (con un incremento pari al +3%) e Roma (prezzi al metro quadro che raggiungono una variazione positiva pari al 2%, rispetto a inizio 2021). La città con performance meno positiva è invece Firenze (-5%).

 

Sud Italia

Nel Sud Italia sono Potenza (incremento del 10%) e Napoli (prezzi al metro quadro aumentati del 6%) a registrare performance migliori, mentre i prezzi di vendita al metro quadro degli immobili di Bari (prezzi di vendita degli immobili ridotti del 12%) e Catanzaro (prezzi di vendita degli immobili ridotti del 4%) sono diminuiti maggiormente.

(I-TALICOM)