MILANO – In un momento in cui le imprese hanno più che mai bisogno di chiarezza e velocità, PMI Tutoring ha deciso di rendere ancora più facile ed immediato il proprio servizio di accesso al credito grazie a un processo digitale agile e comodo per l’imprenditore in cerca di finanziamento.

 

La mission di BSF Partner, società di mediazione creditizia con oltre 20 anni di esperienza nel settore, si pone un obiettivo chiaro: banca e impresa devono sedere dalla stessa parte del tavolo e, oggi più che mai, è strategico il ruolo di un mediatore che ne favorisca il dialogo e semplifichi l’iter. In particolare PMI Tutoring si rivolge alle Piccole e Medie imprese che sono il cuore pulsante dell’economia e della società italiana..

 

Il nostro impegno è volto ad agevolare l’accesso al credito delle PMI, semplificando la vita all’imprenditore e velocizzando l’iter deliberativo grazie ai nostri tutor (consulenti del credito) e ad una procedura che permette (già prima del “fermo” legato al Coronavirus) di operare anche a distanza. In particolare, da anni abbiamo una vetrina on line che consente alle banche partner di visionare le richieste che abbiamo valutato meritevoli di un finanziamento e di cui abbiamo già raccolto la documentazione utile alla banca stessa”. Dichiara Tommaso Birelli, Direttore commerciale di PMI Tutoring.
Come funziona la piattaforma? L’intera fase di richiesta del finanziamento avviene tramite inserimento delle informazioni online e successivo caricamento della documentazione nella propria area riservata. Tutto è pensato per un risparmio di tempo e per semplificare il più possibile la richiesta di finanziamento destinata alla banca. L’istituto di credito, difatti, gode di una sezione dedicata all’interno del portale di PMI Tutoring, ed è lì che il referente finanziamenti potrà consultare e valutare le singole richieste, già valutate ed istruite dai tutor.

“Il tempo dell’imprenditore è prezioso e quindi PMI Tutoring mette a disposizione tutto il supporto, anche tecnologico, per agevolare la richiesta. Abbiamo per esempio previsto per le società di capitali un Tool di pre-fattibilità che permetta di avere fin da subito una pre valutazione basata sugli ultimi bilanci”. Continua il Dott. Birelli.

 

Grazie a questo strumento l’imprenditore inserendo pochi dati otterrà in modo quasi istantaneo un primo “rating”. In questo modo ogni azienda avrà sin da subito una prima valutazione, potendo decidere se proseguire o meno nella richiesta di finanziamento.

 

“Il tempo è diventato un bene ancora più prezioso: in questa fase molti imprenditori si trovano a gestire le risorse a distanza, devono relazionarsi con fornitori, clienti e dipendenti in modo più “macchinoso” e si trovano anche a doversi confrontare con novità normative (es. Decreto Cura Italia e Decreto liquidità) per capire come accedere ad agevolazioni e finanziamenti garantiti. PMI Tutoring supporta l’imprenditore e gli fa risparmiare tempo ed energie che possono essere così dedicate al core business dell’azienda”

 

L’elemento umano è considerato fondamentale e la presenza di Tutor che dialogano e permettono un servizio su misura è un elemento distintivo, così come un sistema collaudato negli anni che permette di gestire le richieste a distanza eliminando le difficoltà di recarsi in banca, ricevere un appuntamento, studiare i decreti e “parlare lo stesso linguaggio della banca”.

 

“Per ripartire ci vorrà tanto impegno, competenza e molto coraggio. Abbiamo sempre voluto prendere le imprese per mano ed accompagnarle al credito. Adesso serve qualcosa in più, serve una vera e propria Ripresa Per Mano”, conclude il Direttore Commerciale.

(I-TALICOM)