Future Bancassurance Awards: premio alla carriera per il presidente della Banca Popolare del Cassinate,

477

CASSINO – Anche la Banca Popolare del Cassinate è stata tra i premiati della manifestazione Future Bancassurance Awards, giunta alla sua quinta edizione. L’evento, organizzato da EMFgroup, si è tenuto nei giorni scorsi a Milano e rappresenta da anni un momento unico per far incontrare e conoscere il mercato, con una manifestazione di celebrazione e di festa per tutta l’industria bancaria e assicurativa.
Banchieri, Assicuratori hanno partecipato alla cerimonia di premiazione nel corso della quale sono state celebrate le Eccellenze del settore della Bancassurance, i nuovi progetti, i prodotti più innovativi, le partnership e i modelli del business che stanno facendo fare la differenza sul mercato.
Oltre 300 gli operatori partecipanti.
I riconoscimenti sono stati individuati tramite business intelligence e validati da una Giuria qualificata, presieduta dal prof. Giovanni Manghetti, ex presidente di Ivass e attuale presidente di CR Volterra, insieme a Francesco Frasca, ex responsabile Vigilanza di Banca d’Italia, Beppe Ghisolfi, vice presidente del Gruppo Casse di Risparmio Europee e Pier Giorgi Giuliani, professore Università Europea di Roma.
Al presidente della Banca Popolare del Cassinate, Donato Formisano, è stato assegnato un premio alla carriera, per festeggiare gli oltre 60 anni di attività. Ad accompagnarlo, il Vicepresidente Vincenzo Formisano.
«E’ stata una grande soddisfazione per me – ha detto il Presidente – poter ritirare un premio come quello che mi è stato assegnato in occasione della quinta edizione di Bancassurance awards. Un premio con il quale una giuria qualificata ha voluto dare un riconoscimento al mio percorso professionale e ai 62 anni trascorsi a servizio della Banca Popolare del Cassinate.
Uso questa parola non a caso: “servizio”. Per me il lavoro in banca è stato realmente un servizio alla collettività, al territorio, ai soci, con l’obiettivo di costruire una struttura solida come è oggi la BPC, che è in grado di essere un valido interlocutore per le famiglie e per gli operatori economici, un presidio di difesa per l’economia locale, un supporto per la nostra comunità.
Credo però che questo premio vada anche oltre il riconoscimento personale e debba in qualche modo essere condiviso anche con le tante persone che hanno lavorato con me e che, nel tempo, hanno messo la loro professionalità, il loro impegno, il loro lavoro a disposizione della BPC. Penso ai consiglieri di Amministrazione, ai Direttori, a tutto lo staff, ai dipendenti: noi crediamo molto nello spirito di squadra e il percorso di crescita della nostra banca è stato possibile grazie al lavoro di tanti.
Il premio ricevuto ci conferma che il percorso compiuto in questi anni, le scelte strategiche, il lavoro fatto vanno nella giusta direzione e che la credibilità che la banca si è guadagnata in tanti anni si basa su una realtà solida e affidabile, che ha ancora molto da dare e tante potenzialità da esprimere».

(I-TALICOM)