MILANO – Nel mondo dei parchi divertimento per famiglie c’è in vista una rivoluzione se saranno confermate le indiscrezioni riportate dal Financial Times di un’Opa di Lego su Gardland. Il popolare parco dei divertimenti gardesano, insieme al museo delle cere di Londra, Madame Tussauds, potrebbe passare presto nelle mani della famiglia danese Kristiansen, proprietaria della Lego.Gardaland dal 2005 fa parte del colosso britannico Merlin Entertainments, primo Gruppo europeo nel settore dei parchi divertimenti per famiglie e secondo nel mondo dopo Disney. Della stessa proprietà è anche il museo delle cere di Londra. Ma la multinazionale, quotata in Borsa sulla piazza di Londra, gestisce molte attività: opera in oltre 130 strutture, 19 hotel e 6 villaggi vacanze in 25 Paesi.
Del Gruppo Merlin fanno parte anche gli otto parchi Legoland, dedicati agli appassionati dei giocattoli di mattoncini. La società danese li aveva ceduti al colosso nel 2005 perché in difficoltà finanziarie. Oggi i parchi tornano ai vecchi proprietari. A fare il passo verso quella che è considerata una delle più grandi acquisizioni nel settore del tempo libero è stata Kirkbi, il fondo di investimento della famiglia del fondatore della Lego, Ole Kirk Kristiansen. L’operazione avverrà insieme alla società Usa di private equity Blackstone e con il fondo pensione canadese Cppib. Il valore dell’Opa su Merlin sarebbe circa 5,9 miliardi di sterline (6,6 miliardi di euro). Al termine dell’operazione di acquisizione, Lego deterrà il 50% della nuova realtà. Alla notizia dell’operazione, le quotazioni Merlin a Londra sono salite del 14%. L’acquisizione dovrebbe essere finalizzata nel quarto trimestre del 2019 a un prezzo di 455 pence per ogni azione Merlin.

(I-TALICOM)