ROMA – Mentre M5S e Pd cercano affannosamente una soluzione prima di salire al Colle con una proposta di soluzione della crisi di governo, il clima di fiducia dei consumatori passa da 113,3 a 111,9 e anche le imprese non sono da meno registrando una flessione da 101,2 a 98,9. Lo comunica l’Istat, spiegando che la diminuzione della fiducia dei consumatori è generalizzata ma la componente economica e quella futura registrano le flessioni più marcate passando da 129,6 a 127,8 e da 117,4 a 115,4. Per quanto riguarda le imprese, si conferma “un quadro di elevata incertezza” e, in particolare, ilivelli di fiducia nella manifattura e nei servizi di mercato sono, segnala l’Istat, i più bassi da inizio anno.

(I-TALICOM)