ROMA – È stato siglato oggi un accordo quadro con Marelli sulle misure di sicurezza per contrastare la diffusione dell’epidemia di Covid-19. Con questa intesa si valorizzano le esperienze condivise nelle unità produttive con i rappresentanti dei lavoratori e si predispone un complesso completo di tutele, per assicurare la massima protezione possibile quando riprenderà l’attività lavorativa, che comprendono la igienizzazione e la sanificazione degli ambienti, il mantenimento delle distanze di almeno un metro, la concessione del lavoro agile (smart working) a chi può lavorare da remoto, la dotazione di mascherine, la misurazione delle temperature prima di accedere al sito, tutele per i soggetti più vulnerabili per condizioni di salute, l’adozione di procedure finalizzate a evitare assembramenti nelle mense e negli spogliatoi, nonché nelle fasi di entrata e di uscita. Si stabilisce anche il principio della rotazione nel ricorso alla cassa integrazione. In ogni caso proseguirà il confronto in ciascuna unità produttiva.
Con questa importante intesa, Marelli e le Organizzazioni Sindacali confermano di condividere la massima e doverosa attenzione per la sicurezza dei lavoratori.

(I-TALICOM)