Alexei Navalny vince il Premio Sacharov 2021 del Parlamento europeo

244

ROMA – La Vicepresidente del Parlamento Heidi Hautala ha annunciato mercoledì pomeriggio in Plenaria a Strasburgo il vincitore del premio, a seguito della decisione della Conferenza dei Presidenti (il Presidente e i leader dei gruppi politici).

Il Presidente del Parlamento, David Sassoli, ha dichiarato: “Il Parlamento europeo ha scelto Alexei Navalny come vincitore del Premio Sacharov di quest’anno. Navalny ha condotto una strenua campagna contro la corruzione del regime di Vladimir Putin e, attraverso i suoi account social e le campagne politiche, ha contribuito a denunciare gli abusi interni al sistema riuscendo a mobilitare milioni di persone in tutta la Russia che hanno sostenuto la sua protesta. Per questo, è stato avvelenato e imprigionato”.

Il Presidente Sassoli ha poi ribadito l’appoggio del Parlamento per la sua liberazione: “Nell’assegnare il premio Sacharov ad Alexei Navalny, riconosciamo il suo immenso coraggio e ribadiamo il forte sostegno del Parlamento europeo per il suo rilascio immediato”.

La Vicepresidente Heidi Hautala ha dichiarato: “Quest’anno il Premio Sacharov per la libertà di pensiero è stato assegnato a un sostenitore del cambiamento. Alexei Navalny ha dimostrato grande coraggio nei suoi tentativi di restituire la libertà di scelta al popolo russo. Per molti anni si è battuto per i diritti umani e le libertà fondamentali nel suo paese. Ciò gli è costato la libertà e quasi la vita. A nome del Parlamento europeo, chiedo il suo rilascio immediato e incondizionato”.

La Vicepresidente ha poi aggiunto che “oggi il Parlamento onora anche un gruppo di donne afghane che hanno lottato con forza per l’uguaglianza e i diritti umani nel loro paese e che sono state selezionate per il premio Sacharov. Abbiamo scelto di onorare il coraggio di queste donne poiché sono state tra le prime a subire violazioni dei loro diritti e delle libertà più basilari dopo che i talebani hanno preso il controllo dell’Afghanistan.”

Lotta alla corruzione in Russia

Alexei Navalny è un politico russo dell’opposizione, attivista anti-corruzione e principale oppositore politico del Presidente russo Vladimir Putin. È salito alla ribalta internazionale per aver organizzato manifestazioni contro il presidente Putin e il suo governo, per essersi candidato e per aver sostenuto le riforme anti-corruzione. Nell’agosto 2020, Navalny è stato avvelenato e ha trascorso diversi mesi in convalescenza a Berlino. È stato arrestato al suo ritorno a Mosca nel gennaio 2021.

Attualmente sta scontando una condanna di tre anni e mezzo di prigione, con più di due anni ancora da scontare. Attualmente detenuto presso una colonia penale di alta sicurezza, Navalny ha iniziato un lungo sciopero della fame alla fine di marzo 2021 per protestare contro la mancanza di accesso alle cure mediche. Nel giugno 2021, un tribunale russo ha qualificato gli uffici regionali di Alexei Navalny e la sua Fondazione anti-corruzione come estremisti e non ammissibili dalle autorità russe.

La cerimonia del Premio Sacharov si terrà il 15 dicembre a Strasburgo.

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments