Cassa Depositi e Prestiti: nascono servizi e prodotti a misura di Università

1129

PADOVA – Le università sono il motore di sviluppo dell’economia, il nucleo formativo dell’innovazione e lo strumento necessario per la crescita di un Paese che voglia essere propositivo e competitivo nel panorama mondiale.
Le Università del Nord-Est, nonostante i vincoli finanziari imposti dallo Stato, si distinguono per capacità di crescita, innovazione, attrattività, posizionamento nei diversi ranking nazionali e internazionali e investimenti in termini di sviluppo sostenibile.

L’Università di Padova ospita il 13 novembre il primo importante incontro che Cassa Depositi e Prestiti rivolge al mondo degli atenei e, in particolare, alle Università di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino ed Emilia Romagna. L’incontro, durante il quale sarà presentata l’iniziativa Strumenti per il sostegno degli investimenti pubblici delle Università, vuole essere un momento di confronto tra le esigenze in termini di finanziamenti e servizi delle Università e le proposte di possibili interventi su alcuni nodi fondamentali di sviluppo da parte di Cassa Depositi e Prestiti.

«Siamo lieti che Cassa Depositi e Prestiti abbia scelto Padova per avviare una sorta di “indagine conoscitiva” sulle attività degli atenei che abbisognano di supporto in termini di finanziamento e prodotti – spiega l’Ing. Alberto Scuttari, Direttore Generale dell’Università di Padova -, e per illustrare i loro prodotti e servizi per la prima volta confezionati su misura per le università. La nostra Università sta investendo molto in termini di progetti e risorse nella sostenibilità, sia nello sviluppo edilizio che nel miglioramento energetico delle diverse attività, da quelle più strettamente legate all’impatto ambientale fino alle attività dei bilanci.
L’incontro ha una valenza territoriale mirata, proprio perché il tessuto economico, sociale e culturale in cui il mondo della formazione accademica si trova a insistere costituisce un imprescindibile fattore di determinazione di differenti esigenze in termini di sviluppo e di dialogo con le varie realtà pubbliche e imprenditoriali.»

«La nostra missione è quella di supportare la crescita del territorio e delle comunità locali, finanziare investimenti pubblici in settori strategici e sostenere lo sviluppo infrastrutturale del Paese – ha commentato Gianluca Manca, Responsabile Relazioni e Sviluppo Commerciale per le Pubbliche Amministrazioni di CDP – negli ultimi 10 anni abbiamo mobilitato oltre 3 miliardi di fondi destinati all’edilizia scolastica. Abbiamo nuove ingenti risorse da mettere a disposizione degli enti territoriali, nel prossimo triennio, per interventi di progettazione, realizzazione e ammodernamento degli edifici destinati all’istruzione: dalla scuola dell’infanzia all’università, dall’alta formazione artistica musicale e coreutica alle residenze universitarie. A questo si aggiunge l’impegno per la realizzazione di progetti di student housing con l’obiettivo di completare nei prossimi anni la realizzazione di circa 6.500 posti letto nelle principali città universitarie italiane, e per la promozione della cultura del risparmio nelle scuole attraverso il programma sviluppato con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e Poste Italiane “Il Risparmio che fa scuola” che punta a coinvolgere fino a 1 milione di studenti attraverso l’educazione ad un risparmio consapevole e sostenibile».

L’incontro, aperto al pubblico, si terrà il 13 novembre 2019 alle ore 10 nell’Aula Nievo di Palazzo del Bo a Padova.

(I-TALICOM)