MILANO – Innovazione, sostenibilità, responsabilità: sono parole che sentiamo pronunciare sempre più frequentemente e che, oggi più che mai, implicano urgenza e necessità d’azione. Nasce proprio da queste premesse il nuovo Master Executive in Design, Creatività e Pratiche sociali. Creare Valore per le Organizzazioni del Politecnico di Milano, gestito da POLI.design in collaborazione con Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, in partenza a febbraio 2020.

Fare dell’esigenza di sostenibilità e responsabilità un’opportunità di sviluppo per le organizzazioni è la sfida che il Master si pone, attraverso un percorso inedito caratterizzato dall’unione fra il design – inteso come progetto e costruzione di futuro e l’arte – che è visione, anche radicale, e capacità di creare connessioni.

Gli obiettivi complessi di carattere sociale, ambientale ed economico del prossimo futuro, messi in luce dall’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, richiedono infatti l’intervento di nuove figure professionali in grado di riorientare le organizzazioni lungo le direttrici della responsabilità e della rilevanza sociale.

La sostenibilità oggi non è più solo un tema di cui parlare, ma una pratica da attuare. Richiede una presa di coscienza e un impegno individuale, ma soprattutto la discesa in campo di ogni organizzazione, a tutti i livelli della società: istituzioni, aziende, imprese pubbliche e private, profit e non profit. Realtà che necessitano quindi di risorse umane in grado di accompagnarne e facilitarne l’attuazione per interpretare il presente e individuare soluzioni e visioni progettuali innovative. L’obiettivo del Master è pertanto proprio quello di fornire i metodi e gli strumenti necessari per rispondere alle sfide contemporanee attraverso l’utilizzo delle strategie che definiscono l’intero processo progettuale, dall’identificazione del problema allo sviluppo della soluzione. A queste competenze, vengono associate le conoscenze tecnico-economiche necessarie per valutare gli impatti sociali che potranno essere generati e per gestire futuri progetti imprenditoriali.

Per questo POLI.design – società consortile fondata dal Politecnico di Milano tra le realtà di riferimento a livello internazionale nella formazione post laurea e Accademia UNIDEE – istituto di alta formazione di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto che da tempo collabora con le Nazioni Unite e una rete internazionale di centinaia di soggetti pubblici e privati, su progetti di trasformazione sociale responsabile, hanno deciso di dare vita al Master in Design, Creatività e Pratiche sociali, per formare persone capaci di accompagnare in questa inevitabile svolta le organizzazioni di ogni settore e tipologia.

“POLI.design svolge da anni un ruolo di cerniera tra la formazione universitaria e il mondo delle professioni – sostiene Giuliano Simonelli, Presidente di POLI.design – attraverso un approccio fortemente improntato all’innovazione. La collaborazione con Cittadellarte, con cui condividiamo l’impegno verso la sostenibilità e verso temi di arte e cultura, nasce proprio dalla volontà di formare nuove figure professionali in grado di generare un cambiamento consapevole ed efficace”.

Paolo Naldini, Direttore di Cittadellarte, afferma: “Non passa giorno senza che si legga di questo riorientamento inevitabile: ora sono fondi finanziari leader globali, ora imprese del made in Italy, ora organizzazioni governative o pubbliche amministrazioni. Ma come possono operare con successo questa svolta se le persone che in esse lavorano non ne sono esse stesse per prime consapevoli e convinte? Non basteranno piccoli correttivi, ma profondi cambiamenti culturali. Servono visione e vocazione, ma anche esperienza e competenze; coraggio e ispirazione, ma anche case studies, storie, metodi e benchmark. Chi è già nel mondo del lavoro ha bisogno di opportunità come questo Master per riorientarsi e offrirsi come risorsa strategica per accompagnare il riorientamento epocale che sta arrivando. È già arrivato”.

(I-TALICOM)