La Sapienza celebra la Giornata internazionale dei musei con tour virtuali

253

ROMA – La Sapienza con il Polo Museale aderisce alla Giornata internazionale dei musei 2021, promossa da ICOM (International, Committee of Museums), che si terrà il 18 maggio prossimo e che vede coinvolti musei di tutto il mondo. Tema di questa edizione “Il futuro dei musei: rigenerarsi e reinventarsi”
La crisi pandemica ha segnato profondamente anche il 2021, il Polo Museale della Sapienza, dopo le prime aperture al pubblico esterno dei musei Orto Botanico e Storia della Medicina, si appresta progressivamente a riaccogliere i visitatori in piena sicurezza.

Nel frattempo sono proseguite senza sosta le attività di ricerca e studio delle collezioni mantenendo un quotidiano contatto con il pubblico attraverso l’intensa campagna di comunicazione delle sue pillole di scienza o di eventi online disseminati attraverso i social con l’hastag#museisapienza.

 

L’adesione a questo importante appuntamento, che negli anni passati ricadeva all’interno della manifestazione del “Maggio museale della Sapienza”, sarà svolto in collaborazione con ICOM Lazio, il coordinamento regionale di ICOM Italia e prevede una ricca serie di iniziative digitali.

Per iniziare il viaggio sarà sufficiente collegarsi alla pagina dedicata  a partire dal 18 maggio https://web.uniroma1.it/polomuseale/imd_2021

una volta entrati il pubblico potrà partecipare a straordinari eventi che comprendono i racconti dedicati ai musei, video interviste sugli interventi per la conservazione dei beni culturali come le statue lignee quattrocentesche dei santi taumaturghi o scientifici come le indagini diagnostiche sugli strumenti chirurgici dell’antica Roma, un webinar intrigante sul diamante e un tour alla scoperta delle collezioni archeologiche, inoltre sarà possibile vedere gallerie di modelli in 3D del patrimonio dell’Ateneo. Il visitatore sarà invitato a visitare virtualmente mostre e musei o fare passeggiate tra i ciliegi in fiore, o condotti nei molteplici viaggi della scienza, dallo spazio con i satelliti e i razzi progettati e realizzati dalla Sapienza, al “Viaggio nel blu. Dai Faraoni all’Oregon State University ”o al viaggio nel tempo nel patrimonio geocartografico della Sapienza all’insegna della geografia al femminile.

Inoltre sempre nella giornata del 18 maggio sarà possibile visitare la mostra “WASTELAND, viaggio tra i paesaggi minerari”, scoprire come l’Erbario digitalizza le sue collezioni o conoscere gli acquedotti dell’antica Roma ed i sistemi di drenaggio di una metropoli come Roma, o ancora gli straordinari tesori rinvenuti negli scavi della Sapienza nel Vicino Oriente antico. Sarà possibile, inoltre, scoprire come l’osservazione della realtà e del mondo animale possa essere fonte di ispirazione non soltanto per gli scienziati e gli illustratori scientifici ma anche per l’immaginario degli artisti contemporanei. L’arte e gli artisti contemporanei condurranno i visitatori all’evento VOW: Video of the Week al MLAC.

 

(I-TALICOM)