La nuova stazione Lunar Gateway, il cui lancio è previsto per il 2024, sarà inizialmente costituita da due moduli

MADRID – Airbus Crisa, filiale di Airbus, ha firmato un contratto per lo sviluppo del sistema di gestione e distribuzione dell’energia (PMAD – Power Management and Distribution) per l’avamposto abitativo e logistico (HALO) con Northrop Grumman.

Airbus Crisa è una società spagnola fondata nel 1985 per progettare e produrre apparecchiature elettroniche e software per applicazioni spaziali, oltre a progetti di ingegneria per le stazioni di terra. È completamente integrata in Airbus Defence and Space.

La nuova stazione Lunar Gateway, il cui lancio è previsto per il 2024, sarà inizialmente costituita da due moduli, per poi espandersi a cinque negli anni successivi. La stazione servirà da laboratorio spaziale e da postazione logistica intermedia per i futuri viaggi sulla superficie della Luna e poi su Marte. I due moduli iniziali sono conosciuti come PPE e HALO. PPE (Power and Propulsion Element) comprende dei pannelli solari che alimentano la stazione e dei propulsori che gli consentono di mantenere un’orbita stabile intorno alla Luna. HALO (Habitation and Logistics Outpost) è il modulo abitativo e l’avamposto logistico  nel quale vivranno gli astronauti durante i 40 giorni stimati per le prime missioni.

“Questo contratto del valore di oltre 50 milioni di dollari riflette la nostra capacità di fornire attrezzature spaziali altamente specializzate a produttori globali e costituisce il nostro primo contributo alla stazione orbitale lunare Gateway, che è parte del programma Artemis della NASA per  ritornare sulla Luna”, ha dichiarato Fernando Gómez-Carpintero, CEO di Airbus Crisa. “Si tratta di una tappa entusiasmante perché Airbus Crisa sta progettando il PMAD affinché diventi il sistema modulare standard di gestione dell’alimentazione per tutte le future stazioni spaziali e per i veicoli umani. Abbiamo fornito una soluzione dirompente, con un concetto architettonico mai visto prima nel settore. Questo pone le basi per un nuovo standard internazionale, collocando l’azienda all’avanguardia del settore”.

Il PMAD ha quattro generatori e gestirà l’elettricità proveniente dai pannelli solari del modulo PPE. Distribuirà l’energia alle apparecchiature di bordo e al resto della stazione come richiesto, garantendo sempre la sicurezza dell’equipaggio a bordo. Il PMAD alimenterà il sistema di supporto vitale, l’illuminazione interna, i sistemi di comunicazione e gli esperimenti scientifici. Si assicurerà che la batteria di HALO rimanga a livelli ottimali e sia pronta all’uso quando i pannelli non ricevono sufficiente luce solare. Il PMAD deve anche fornire energia ai veicoli di passaggio quando sono ormeggiati alla stazione.

Airbus Crisa è un attore internazionale chiave nei settori della conversione di potenza, del controllo digitale e della gestione e distribuzione dell’energia per applicazioni satellitari e di lanciatori grazie all’esperienza acquisita nelle impegnative missioni di esplorazione dell’ESA. Questo contratto dimostra il suo grande potenziale per fornire prodotti di volo affidabili ai produttori statunitensi.

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments