Netcom Group partner del progetto RIGEL

NAPOLI – Alfredo Troiano e Alessandro Salvi, rispettivamente direttore tecnico e referente amministrativo di Netcom Engineering, hanno partecipato lo scorso 22 novembre, in qualità di partner,  al  kick-off meeting del progetto “RIGEL – Ricerca e Innovazione per la GEstione Logistica”, finanziato dal bando n.1-2020 del Centro di Competenza e di cui è capofila l’aziendsa B.Energy S.p.A. 

Il progetto  ha l’obiettivo di rendere smart la gestione della logistica attraverso una soluzione di Industrial IoT, sia per snellire i processi esistenti sia per permettere di offrire nuovi servizi ai clienti.

La soluzione tecnologica RIGEL è un “roll-off container monitoring system”, ovvero un sistema per il monitoraggio e la gestione di attrezzature scarrabili con erogazione di servizi all’utenza.

 

Oltre a Netcom Engineering, sono partner del progetto anche le aziende Flugantia S.p.A. ed  E.I.T.D. S.r.l.

Alla presenza del direttore generale di MedITech, Angelo Giuliana, i project manager di @B.Energy, Innova Partners S.p.A., Netcom Group S.p.A. ed EITD hanno discusso il piano di lavoro del progetto.

In particolare, per Netcom Group,   Troiano e Salvi hanno illustrato i work package del progetto RIGEL e nello specifico il WP3 e il WP5.

 

Il WP3 – ha spiegato Alfredo Troiano di Netcom– ha l’obiettivo di progettare la soluzione tecnologica formalizzandone le funzionalità fino al TRL8, quindi è dedicato alla formalizzazione spinta della matrice dei requisiti.

Le attività in questo caso sono a carico dei partner tecnologici, FLUGANTIA e NETCOM.

Per quanto riguarda il riempimento, questo può essere rilevato a partire dal 50%, inviando un avviso, fino al 75%, valore da cui è possibile pianificare il ritiro dei cassoni. Al momento della consegna dei cassoni, l’azienda B.Energy sa cosa verrà messo nei cassoni, questo perché il tipo di materiale influenza il grado di riempimento.

Troiano ha poi evidenziato  la complessità della  progettazione hardware,  spiegando che, con molta probabilità, l’installazione dell’apparecchiatura avverrà separando i sensori dalla centralina. La piattaforma che si andrà a sviluppare e che raccoglie le informazioni delle apparecchiature installate sui cassoni potrà essere integrata sui gestionali dell’azienda, permettendo di censire i cassoni e i clienti e permettendo di pianificare le attività con una logica di DSS (Decision Support System).

 

WP5, invece,   ha l’obiettivo di realizzare il prototipo fino al TRL7 (Dimostrazione di un prototipo di sistema in ambiente operativo), in particolare implementando l’Intelligenza Artificiale, la blockchain e gli smart contracts.

Le attività sono per la maggior parte a carico del partner tecnologico NETCOM e verrà coinvolta anche  l’azienda B.Energy per il field testing.

Questo work package prevede, tra gli altri, l’intervento del DIETI è per le attività di validazione scientifica dei modelli di architettura della blockchain e degli smart contracts che si andranno ad attivare. Il work package rilascerà poi l’interfaccia user della piattaforma back-end. Implementando la blockchain, il registro del cassone conserverà, vita natural durante, le informazioni che si è deciso di monitorare e certificare (posizione, percorso, spostamenti, ecc.).

 

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments