ROMA – Un nuovo super antibiotico identificato grazie all’intelligenza artificiale, in grado di eliminare molti batteri ed anche alcuni ceppi diventati oramai resistenti a diversi farmaci di tipo tradizionale. Si chiama “haclin”, come il supercomputer protagonista del film «Odissea nello spazio», ha già dato ottimi risultati nei primi test di laboratorio, e potrebbe aprire all’inizio di una nuova era per la ricerca sugli antibiotici. Lo studio, pubblicato sulla rivista Cell dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, ha permesso anche di individuare ulteriori 8 molecole potenzialmente interessanti e che a breve verranno testate.

(I-TALICOM)