Abbinare la musica perfetta alla degustazioe di un vino è possibile grazie all’app della start-up Wine Listening. Il progetto utilizza algoritmi di Intelligenza Artificiale e analisi dei Big Data.
L’applicazione censisce più di 2,5 milioni di vini e cataloga oltre 1600 vitigni. Per farla funzionare è sufficiente fotografare l’etichetta del vino e accendere gli amplificatori audio. L’app, frutto del lavoro sinergico tra Gabriele Cedrone, sommelier, e Marco Iacobelli e mobile Engineer e anche Dj e Producer, verrà presentata il prossimo il 12 ottobre all’Internet Festival-Forme di Futuro di Pisa. Il team ha dimostrato come, una frequenza audio o un brano musicale, se ascoltata durante la degustazione possa alterarne i parametri di valutazione. Quindi – spiega una nota – può accentuare la percezione di buono o, al contrario, influire in maniera negativa sulle caratteristiche olfattive-gustative.

(I-TALICOM)