ROMA – Nove Linee di intervento tematiche, due a carattere trasversale, più di 1.000 iniziative pianificate, di cui 150 già realizzate; 45 enti coinvolti, oltre 4.200 partecipanti, risorse complessive di 40,5 milioni di euro (40.499.940 euro) da settembre 2017 a giugno 2023. Questi sono i numeri del progetto CReIAMO PA “Competenze e Reti per l’Integrazione e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, realizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e cofinanziato con fondi comunitari nell’ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Una nuova PA per un cambiamento sostenibile, attraverso l’offerta di percorsi integrati per rafforzare le competenze tecniche e le capacità operative delle amministrazioni pubbliche, regionali e locali, e di altri enti e soggetti con competenze ambientali, quali Autorità ambientali, Autorità di distretto ed Enti Parco. La strategia di intervento si sviluppa attraverso un mix di metodi e strumenti differenti e favorendo la diffusione di buone pratiche quali patrimonio comune per migliorare le capacità di gestione di complessi processi di programmazione, progettazione e implementazione di Piani, interventi e opere di carattere ambientale.

Il portale web di CReIAMO PA con un concept chiaro e diretto e una grafica essenziale e lineare, consente di offrire al progetto ampia visibilità e un’immagine omogenea e riconoscibile, valorizzando le numerose iniziative e di approfondire le tematiche ambientali al centro delle linee di intervento.

Il portale, caratterizzato da una notevole usability, è articolato in sei voci di menù che consentono di conoscere e approfondire gli obiettivi del Progetto e le attività delle nove Linee di intervento in cui è strutturato: dagli “Acquisti verdi” – all’ “Economia circolare”, dalla “Qualità dell’aria” – ai “Cambiamenti climatici”, dalle ”Risorse idriche” – alla ”Mobilità sostenibile”, dall’”Agenda 2030” – alla “Strategia per la salvaguardia dell’ambiente marino” fino alle “Valutazioni ambientali e di incidenza”.

L’Area Comunicazione è costantemente aggiornata con le ultime News e l’Agenda degli eventi, organizzati in base alle nove Linee di intervento; è consultabile in modo semplice grazie alle funzionalità di un motore di ricerca ad hoc. Nell’Area Documentazione è inoltre possibile scaricare tutti i materiali prodotti nel corso delle attività del progetto, recentemente arricchita con la sottosezione “Toolkit” destinata ad ospitare per ciascuna Linea/WP il materiale realizzato (manuali, linee guida, report, etc.) a supporto delle amministrazioni pubbliche e degli stakeholder.

Particolarmente innovativa la sezione Formazione, con un’area FAD accessibile previa registrazione, che prevede la possibilità di fruire di percorsi integrati di apprendimento su strumenti e metodi per l’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli appalti. L’attività di formazione ed affiancamento prevista dalle singole Linee di intervento, in particolare, mira a produrre un cambiamento in termini di capacità della PA di far proprio e integrare, in modo capillare e duraturo, il principio di sostenibilità ambientale nelle politiche pubbliche, superando logiche legate a singoli settori/temi.

(I-TALICOM)