NAPOLI – È nato in Cina uno spray che trasforma gli oggetti in “mini robot”. È un progetto che nasce dai ricercatori dell’Università di Hong Kong e Shenzhen. Gli studiosi di robotica, tra campi magnetici e altri materiali hanno dato vita ad uno spray quasi magico. Più precisamente si tratta di un liquido che applicato sugli oggetti li rende animati con la possibilità di poterli controllare a distanza.

Questo strumento si presenta sotto forma di un rivestimento magnetico chiamato M-spray, che è composto da alcol polivinilico, glutine e particelle di ferro e che può aderire a superfici lisce e strutturate di tutti i tipi di materiali. La pellicola formata dallo spray è spessa meno di un quarto di millimetro. Secondo il gruppo di ricerca questa è la chiave per mantenere la forma e le dimensioni dell’oggetto originale. Infatti, hanno dimostrato l’approccio utilizzando fili di cotone, pellicole sottili e tubi di plastica come oggetti di partenza, che sono diventati piccoli robot morbidi in grado di camminare, gattonare e rotolare con l’aiuto di un campo magnetico. E ‘davvero straordinario quanti movimenti potrà avere l’oggetto in questione, una volta applicato il rivestimento con un semplice spruzzo.

In sostanza, applicando un forte campo magnetico, le particelle magnetiche all’interno del rivestimento possono essere ridistribuite e riallineate, cambiando il modo in cui il robot reagisce al campo magnetico.

La consistenza dello spray è simile alla colla. I ricercatori hanno effettuato la dimostrazione utilizzando fili di cotone, pellicole sottili e tubi di plastica, che sono diventati piccoli robot morbidi in grado di camminare, gattonare e rotolare. Ma è interessante sottolineare quante possibilità di movimento potrà avere l’oggetto in questione, una volta applicato il rivestimento. In poche parole, l’M-SPRY trasforma gli oggetti in mini robot in grado di essere controllati a distanza.

Il dottor Shen Yajing, che ha guidato il gruppo di ricerca ha affermato che “la nostra idea è che indossando questo ‘rivestimento magnetico’, possiamo trasformare qualsiasi oggetto in un robot e controllarne la locomozione. L’M-spray può attaccarsi all’oggetto mirato e attivarlo quando viene guidato da un campo magnetico.”

Questo esperimento può portare ad una grossa rivoluzione soprattutto in campo biomedico. Infatti, sempre il dottor Shenha affermato che “tutte le materie prime di M-spray, vale a dire il PVA, il glutine e le particelle di ferro, sono biocompatibili quindi il rivestimento disintegrato può tranquillamente essere assorbito o escreto dal corpo umano.”

 

(I-TALICOM)
Sono laureata in Giurisprudenza e svolgo la pratica forense presso uno studio di diritto civile e diritto del lavoro. Sin da piccola ho sempre avuto una forte passione per la scrittura; credo che le parole, unite al potere della vera informazione, hanno un valore molto importante. Sono sempre stata una persona molto curiosa, con voglia di conoscere ciò mi circonda. Proprio per questo, con Controcampus mi occupo della rubrica attualità; con i miei articoli, cerco di comunicare ai lettori ciò che accade quotidianamente in modo chiaro, semplice ed originale, sperando di lasciare un messaggio ben preciso. Le caratteristiche che più mi rappresentano sono determinazione, semplicità e correttezza.