MILANO – Per offrire servizi rapidi e di qualità è necessario passare da architetture monolitiche ad applicazioni basate sui microservizi. La sinergia siglata recentemente tra IBM e Red Hat consente, infatti, di accelerare il cambiamento con soluzioni flessibili ed efficaci. Ma c’è un altro imperativo: ridurre i costi mantenendo sicurezza e affidabilità al 100%. Secondo le interviste realizzate da Forrester, le organizzazioni che utilizzano offerte combinate IBM-Red Hat hanno ottenuto:

Fino al 50% di risparmio sui costi delle licenze;
Fino al 4% di riduzione del TCO, con costi hardware diminuiti del 44%;
Fino al 30% in più di utilizzo delle risorse;
Fino al 66% di cicli di sviluppo più veloci, con frequenza dei rilasci decuplicata.

(I-TALICOM)