MILANO – Kaspersky annuncia la prima integrazione del suo nuovo KasperskyOS per l’industria automotive, all’interno dell’unità di controllo elettronico (ECU) di un sistema avanzato di assistenza alla guida (ADAS), sviluppato da AVL Software and Functions GmbH (AVL SFR). Il controller è costituito da una piattaforma di sviluppo aperta e personalizzabile sia per lo sviluppo di prototipi che per lo sviluppo in serie, ed è affidabile e “secure by design” in quanto eseguito su KasperskyOS. In questa applicazione, il sistema operativo sicuro è progettato in modo tale da proteggere le comunicazioni tra i componenti ADAS e preservare tutte le funzioni autonome del veicolo. Come ulteriore elemento di sicurezza, KasperskyOS garantisce che le funzionalità nascoste, sia quelle non rilevate al momento del lancio che quelle installate tramite aggiornamenti del sistema, non potranno essere sfruttate e non influiranno sulle prestazioni dei veicoli autonomi.
L’automazione dei veicoli ha l’obiettivo di migliorare la vita delle persone, valorizzando l’esperienza di mobilità, migliorando la viabilità e riducendo il tempo impiegato alla guida. Tuttavia una delle principali preoccupazioni destate da questa tecnologia riguarda la sua sicurezza. Abbiamo già osservato diversi casi in cui la sicurezza informatica si è rivelata fondamentale per garantire la sicurezza fisica. In passato, infatti, alcune vulnerabilità hanno già permesso ai criminali di prendere il controllo di un’auto. A questo proposito, Kaspersky continua la propria ricerca per lo sviluppo di soluzioni e servizi in grado di garantire la sicurezza dei veicoli con funzionalità ADAS, collaborando con AVL SFR, azienda che fa parte della più grande società indipendente di ingegneria automobilistica del mondo per lo sviluppo, la simulazione e il collaudo.
La ECU ADAS (l’unità di controllo elettronico per i sistemi avanzati di guida assistita) è basata su una nuova piattaforma ECU di AVL SFR ed è dotata di due processori system-on-a-chip ad alte prestazioni e di un controller di sicurezza e vanta ampie capacità di connessione, compresi i collegamenti a telecamere, lidar e altri componenti correlati. La piattaforma hardware supporta anche gli standard Controller Area Network e gli standard Ethernet per applicazioni automotive, che permettono ai dispositivi all’interno di un veicolo di comunicare in modo sicuro.
Nella maggior parte dei casi osservati, i criminali hanno sfruttato gli errori di codice non rilevati dagli sviluppatori. Questo accade perché i veicoli moderni sono sistemi complessi e questo rende difficile la gestione della sicurezza di tutti i componenti. Inoltre, questi sistemi vengono regolarmente aggiornati ed è importante assicurarsi che le modifiche di un componente non influiscano sul funzionamento di un veicolo. KasperskyOS consente una forte separazione tra i componenti, impedendo di default qualsiasi interferenza indesiderata. L’interazione tra tutti i componenti elettronici è controllata da Kaspersky Security System, responsabile delle policy di sicurezza all’interno di KasperskyOS. La soluzione controlla l’avvio dei processi, così come le comunicazioni tra ogni componente e con il sistema operativo.
In qualità di nuovo partner associato di AUTOSAR, un consorzio dedicato allo sviluppo di standard condivisi per l’architettura software del settore automotive, Kaspersky ha anche sviluppato un software development kit (SDK) denominato Kaspersky Automotive Adaptive Platform. Grazie a SDK, AVL SFR è in grado di sviluppare applicazioni per veicoli automatizzati e senza conducente, come ad esempio funzione autopilota, il controllo dei sistemi di sicurezza e il monitoraggio del loro stato. Questo set di library consente anche l’adozione di ulteriori software che seguono i requisiti adattivi di AUTOSAR, e lavorano su KasperskyOS senza ulteriori modifiche. Kaspersky Automotive Adaptive Platform è pronta per essere distribuita e AVL SFR sta presentando la sua applicazione di guida autonoma a diversi clienti del settore automotive.
“Quando si tratta di veicoli a guida autonoma parzialmente controllati diventa particolarmente importante garantire la sicurezza e l’incolumità del conducente, dei passeggeri e dei pedoni. Il nostro sistema operativo, KasperskyOS impedisce che le eventuali vulnerabilità presenti nel software di un veicolo possano essere sfruttate per fini illeciti. Siamo lieti di collaborare con AVL SFR allo sviluppo del controller di guida autonoma e siamo orgogliosi di aver creato insieme un sistema che unisce sicurezza e protezione”, ha dichiarato Grigory Sizov, Head of KasperskyOS Business Unit di Kaspersky.
Dirk Geyer, Head of Product Segment Safety & Security at AVL SFR, ha aggiunto: “Le sofisticate e complesse funzionalità eseguite sui controller connessi ad alte prestazioni, come l’ECU ADAS, devono essere protette a livello del sistema operativo da una soluzione di sicurezza olistica. Il KasperskyOS per l’industria automotive è stato espressamente progettato per rispondere a questa necessità, e assicura a questi sistemi di controllo sicurezza, disponibilità, privacy e affidabilità”.

(I-TALICOM)