Leica Geosystems continua a fornire una road map ibrida aerea con l’ultima offerta di sensori modulari

113

MILANO – Leica Geosystems, parte di Hexagon, ha presentato oggi il Leica TerrainMapper-2, l’ultima soluzione della road map dei sensori ibridi dell’azienda che integra la tecnologia LiDAR e la tecnologia di acquisizione delle immagini nei sensori aerei e consente agli utenti di raccogliere più dati per ogni volo.

Leica TerrainMapper-2 integra LiDAR e imaging per progetti di mappatura regionale e offre un semplice percorso di aggiornamento al sistema di imaging obliquo.

Sviluppato per eseguire progetti di mappatura regionale complessi e impegnativi, TerrainMapper-2 incorpora una nuova tecnologia di imaging e riduce la complessità del sistema per una maggiore efficienza. L’aggiornamento di TerrainMapper-2 ad un sistema integrato di controllo e memorizzazione rende facile l’installazione in qualsiasi aereo da ricognizione eliminando il rack di apparecchiature aggiuntive. Il sistema offre anche un percorso di aggiornamento senza soluzione di continuità al Leica CityMapper-2, il mercato solo immagini oblique e sensore ibrido LiDAR.

TerrainMapper-2 è un sistema LiDAR ad alte prestazioni in modalità lineare con due fotocamere nadir Leica MFC150 integrate (RGB & NIR) con l’esclusiva compensazione meccanica del movimento in avanti (FMC) di Leica Geosystems che consente l’acquisizione di immagini in condizioni di scarsa illuminazione. Permettendo agli utenti di volare più a lungo durante ogni giorno, questo sensore consente di acquisire ortofoto di alta qualità durante le missioni di volo LiDAR con meno impatti sugli orari dei voli.

“L’aggiunta di un sistema di telecamere ad alte prestazioni al TerrainMapper ci permette di offrire prodotti di immagini ad alta risoluzione sui nostri progetti LiDAR”, ha dichiarato Joe Seppi, Senior Vice President di Woolpert, Inc. e responsabile del settore geospaziale. Woolpert è un utilizzatore di lunga data dei sensori aerei Leica Geosystems. “E, cosa ancora più importante, lo fa senza richiedere linee di volo aggiuntive non necessarie per il prodotto LiDAR di base, facendoci risparmiare tempo prezioso. Il TerrainMapper-2 ci permette anche un facile percorso di upgrade fino alla CityMapper-2 completamente obliqua, visto che la nostra attività continua a crescere”.

Un solo sensore per la modularità e percorsi di upgrade senza soluzione di continuità

Come parte della soluzione RealTerrain, TerrainMapper-2 si combina con il flusso di lavoro unificato di post-elaborazione multisensore, HxMap, per elaborare anche i più grandi set di dati alle massime velocità. I clienti aumentano l’efficienza e la produttività con filtri avanzati e precisi algoritmi di allineamento delle nuvole di punti. Utilizzando l’edge computing, i dati LiDAR subiscono un’estrazione di ritorno discreta dai dati di forma d’onda completa al volo, consentendo risultati di elaborazione a terra più rapidi. Inoltre, è possibile memorizzare sia i dati di ritorno discreto che i dati di forma d’onda, consentendo una completa flessibilità per l’utente finale.

“Lo sviluppo del TerrainMapper-2 è stato il passo logico successivo nella nostra road map ibrida per i sensori aerei”, ha dichiarato il product manager di Leica Geosystems Ron Roth. “Con il recente rilascio del CityMapper-2 per le aree urbane, anche i nostri clienti avevano bisogno delle stesse capacità di imaging avanzate per i progetti LiDAR regionali. Con TerrainMapper-2, ora saremo in grado di supportare le loro esigenze di maggiore flessibilità, scalabilità, precisione e produttività”.

(I-TALICOM)