MV Augusta ed e-Novia insieme per una inedita esperienza di guida Tech Driven

157

L’azienda motociclistica e la fabbrica deep tech collaborano a soluzioni di mobilità multimodale e alla personalizzazione dell’esperienza di guida

VARESE – MV Agusta, costruttrice di sogni a due ruote fondata nel 1945, ed e-Novia,  la Fabbrica di Imprese deep tech operante nei settori della Collaborative Mobility, delle Humanized Machines e dell’Augmented Human, confermano la collaborazione finalizzata a offrire al guidatore un’esperienza di mobilità digitale e personalizzata, per affrontare in sicurezza con la propria motocicletta gli itinerari più emozionanti, rispettando il proprio stile di guida.

APP E SERVIZI TECH DRIVEN

MV Agusta ed e-Novia, società di deep technology con un posizionamento di rilievo nel settore motociclistico, focalizzeranno la collaborazione sui servizi per l’utente abilitati dai big data attraverso la tecnologia di e-Novia, che a giugno 2020 ha portato alla realizzazione di MV Ride App. La piattaforma permetterà a MV Agusta di assistere i propri clienti attraverso servizi personalizzati, con un modello data driven da vera tech company.
Timur Sardarov, CEO MV Agusta Motor S.p.A.: “La digitalizzazione è uno dei temi portanti della nostra strategia per la crescita di MV Agusta. Il connubio tra alto artigianato – le nostre moto sono ancora fatte a mano – meccanica avanzata e deep tech rende il nostro prodotto unico e sempre più appetibile a una clientela esigente che si aspetta il massimo sotto ogni profilo. Questo tipo di tecnologia trasforma l’esperienza di guida di una nostra moto, che diventa ancora più piacevole, sicura ed emozionante”.

Ivo Boniolo, Chief Operating Officer di e-Novia: “La collaborazione con MV Agusta porta il deep tech a una aumentata forma di collaborazione con il rider urbano. L’industria motociclistica e la mobilità leggera avranno un nuovo riferimento in termini di disegno dell’esperienza digitale, senso della community e sicurezza della persona. Crediamo che la storia delle case motociclistiche passi oggi necessariamente dalla digitalizzazione dei veicoli e dall’integrazione con applicazioni mobile”.

(I-TALICOM)