CERVIA – Alla XX edizione “Lumi Expo” di Bologna, la mostra-convegno di riferimento per il mercato
delle tecnologie IoT (Internet of Things) e della digitalizzazione per l’ambiente, il 21
novembre sono stati premiati i Comuni “virtuosi” più intelligenti ed efficienti con il prestigioso
riconoscimento del Award Ecohitech..
Il premio Award Ecohitech riconosce le Smart City italiane e le Pubbliche Amministrazioni
che, attraverso l’adozione delle nuove tecnologie, hanno ottenuto importanti risultati di eco-
compatibilità, sostenibilità ambientale ed efficienza energetica.
Le città premiate sono Torino, Benetutti, Cervia e menzioni speciali per Bologna e Formigine.
Al terzo posto, il Comune di Cervia che ha ricevuto l’Award Ecohitech “per il processo
di riqualificazione energetica dell’impianto di pubblica illuminazione con un risparmio
del 73% (ovvero più di 4 GWh/anno).” Il riconoscimento ha sottolineato anche
l’innovativo approccio all’economia circolare realizzato grazie alla partnership con
Hera Luce.
Il progetto partito nel marzo scorso riguarda la riqualificazione energetica del territorio
comunale attraverso un progetto innovativo e circolare sull’illuminazione pubblica. .
Il contratto ha affidato a Hera Luce la sostituzione di circa 12.000 punti luce con nuovi
apparecchi a LED ad alta efficienza, integrando i servizi smart alle logiche di economia
circolare.
La riqualificazione darà una risposta significativa a tutto il territorio di Cervia: infatti, a regime,
una volta completati i lavori di efficientamento, il Comune potrà contare su un risparmio
energetico medio pari al 73% (circa 4.150.000 kWh) rispetto allo stato di partenza degli
impianti, equivalente a 776 TEP (Tonnellate Equivalenti Petrolio) l’anno e alla mancata
emissione in atmosfera di 1.672 tonnellate di CO 2 e un risparmio per il bilancio comunale di
126.000 € all’anno per 20 anni.
A ritirare il premio l’assessore Enrico Mazzolani che ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di
questo premio. Ancora una volta a Cervia è stata riconosciuta la sua capacità innovativa e la
sensibilità ambientale. La nostra città sarà illuminata meglio e con una migliore resa estetica,
grazie anche alla scelta dei nuovi lampioni che sarà attenta anche sotto il profilo
architettonico. È stata operata una scelta di grande sostenibilità ambientale e risparmio di
risorse dei cittadini. Un risultato importante, che raggiungiamo grazie all’utilizzo di tecnologie
di ultima generazione per l’illuminazione pubblica, sviluppate secondo le indicazioni della
politica europea. Anche in questa occasione è stato tenuto conto del valore storico del
contesto urbano in cui si è andati ad agire».

(I-TALICOM)