CAGLIARI – Sperimentato in Sardegna, per la prima volta, il volo di un drone pilotato solo con lo sguardo. La società 3D Aerospazio, socia del Distretto Aerospaziale della Sardegna (Dass), ha coordinato nei giorni scorsi le prove in volo di un drone controllato esclusivamente dallo sguardo dell’operatore.
Grazie all’ausilio di un puntatore oculare opportunamente modificato, il “pilota” ha potuto gestire le manovre del drone puntando lo sguardo sullo schermo di un pc. Le prove sono solo la fase iniziale di una serie di test del Progetto Slapp (Sclerosis Lifeline APP), che saranno effettuati in collaborazione, per quanto riguarda la parte clinica, con l’Unità Operativa Complessa Neurologia dell’Aou di Cagliari e con l’Istituto Auxologico di Milano e, per quanto riguarda invece la consulenza, con l’Enac.
“Questa sperimentazione – osserva il Comandante Antonio Depau di 3DAerospazio – ha consentito di dimostrare che è tecnicamente possibile permettere a una persona di controllare un drone con l’ausilio dello sguardo mantenendo ampi margini di sicurezza”.
“Si tratta di un’ulteriore importante occasione – dice il presidente del DASS, Giacomo Cao – di dimostrare le sinergie che si è in grado di mettere in campo a livello regionale e nazionale per il raggiungimento di obiettivi utilissimi al miglioramento della qualità della vita di pazienti affetti da terribili patologie”.

(I-TALICOM)