Bayer acquisisce Noria e PSMA Therapeutics per ampliare il portfolio nel tumore della prostata

231

MILANO – Bayer annuncia la conclusione di un accordo per l’acquisizione di Noria Therapeutics Inc. (Noria) e PSMA Therapeutics Inc. Grazie a questa acquisizione Bayer otterrà i diritti in esclusiva di una terapia differenziata con radionuclidi alfa a base di attinio-225 e una piccola molecola mirata all’antigene di membrana specifico della prostata (PSMA). L’acquisizione amplia il portfolio oncologico già esistente di Bayer di terapie alfa mirate (TAT), che attualmente comprendono radio-223 dicloruro, e la piattaforma di TAT sperimentale a base di torio-227. Il programma pre-IND (Investigational New Drug) si concentra sul trattamento del tumore della prostata, il secondo tumore più comunemente diagnosticato negli uomini. Sulla base della sua particolare progettazione, questa terapia può offrire un profilo di efficacia e sicurezza differenziato e una potenzialità significativa per affrontare un elevato bisogno clinico insoddisfatto per gli uomini con tumore della prostata.

“Bayer è impegnata a rispondere alle diverse esigenze mediche dei pazienti colpiti dal cancro, fornendo trattamenti che migliorino i loro risultati nei diversi stadi della malattia,” afferma Robert LaCaze, Membro del Comitato Esecutivo della Divisione Pharmceuticals e Responsabile della Unità operativa strategica di Oncologia di Bayer. “L’acquisizione costituisce un’altra importante pietra miliare nell’ampliamento del nostro portfolio oncologico che si realizza attraverso le competenze interne e le collaborazioni e gli accordi strategici.”

Le aziende acquisite da Bayer, Noria e PSMA Therapeutics, detengono i diritti di esclusiva mondiale sulla tecnologia concessa in licenza da Weill Cornell Medicine (New York, NY, USA) e Johns Hopkins University (Baltimore, MD, USA). Noria è stata fondata dal Dr. John Babich, Responsabile Radiopharmaceutical Sciences in Radiology della Weill Cornell Medicine.

“Weill Cornell Medicine è impegnata a immettere sul mercato le innovazioni della nostra facoltà in modo che i pazienti possano trarre beneficio dalle più recenti terapie,” dichiara la dott.ssa Lisa Placanica, amministratore delegato senior del Center for Technology Licensing alla Weill Cornell Medicine. “L’acquisizione da parte di Bayer di Noria e PSMA Therapeutics, che hanno sviluppato la tecnologia radiofarmaceutica e diagnostica del Dr. Babich, è un’importante pietra miliare nello sviluppo farmacologico e attendiamo con impazienza i progressi che questa collaborazione potrà realizzare per ampliare le terapie del tumore della prostata.”

Con radio-223 dicloruro, la prima e unica terapia alfa mirata approvata, e la sua straordinaria esperienza in tutte le fasi di sviluppo di un farmaco, dalla ricerca iniziale alla fornitura, Bayer ha permesso di introdurre la terapia alfa mirata (TAT) come parte dello standard di cura a livello mondiale nei pazienti con tumore della prostata. Con l’aggiunta di questa piccola molecola innovativa marcata con attinio-225 alla piattaforma aziendale di coniugati di torio sperimentali, attualmente in fase di sviluppo in molteplici tumori, l’azienda porta avanti opzioni terapeutiche differenziate che possono fare davvero la differenza per i pazienti oncologici.

“Nonostante l’aumento di sopravvivenza per tumore, in oncologia permane un significativo bisogno insoddisfatto,” afferma Marianne De Backer, MBA, PhD, Membro del Comitato Esecutivo della divisione Pharmaceuticals e responsabile Strategy and Business Development & Licensing di Bayer. “Confermiamo il nostro impegno a prendere in considerazione collaborazioni per terapie innovative e pionieristiche per i pazienti con necessità non soddisfatte.”

(I-TALICOM)