Red Hat riduce i costi e la complessità della gestione degli ambienti hybrid cloud con il nuovo Red Hat Insights

159

MILANO – Red Hat, Inc., principale fornitore di soluzioni open source al mondo, ha annunciato di aver ampliato Red Hat Insights, la sua offerta di analisi predittiva sul cloud ibrido aperto con il lancio di Red Hat Insights per Red Hat OpenShift e Red Hat Ansible Automation Platform e nuove funzionalità per Red Hat Enterprise Linux (RHEL). Con una maggiore visibilità che spazia dagli ambienti on-premise fino a diversi cloud pubblici, i clienti Red Hat OpenShift, Ansible Automation Platform e RHEL avranno migliori capacità di controllo e analisi degli ambienti hybrid cloud.

 

Insights è una suite di servizi cloud, alimentata da un sistema esperto basato su anni di dati raccolti da tutta la base clienti mondiale di Red Hat. Insights semplifica molti dei compiti che i team IT devono affrontare durante la manutenzione, l’ottimizzazione e lo scaling dell’infrastruttura, consentendo loro di intraprendere proattivamente azioni che possono aumentare la sicurezza e l’efficienza operativa, oltre alla gestione dei costi. Fornendo un’ottima esperienza di Red Hat come servizio, la soluzione aiuta gli utenti a rilevare, analizzare e rimediare in modo proattivo a una serie di potenziali problemi di sicurezza e configurazione del software attraverso avvisi automatici con raccomandazioni da implementare prima che possano causare downtime, un guasto al cluster o un aggiornamento non riuscito.

 

Molti team IT stanno combattendo con le complessità della gestione dei cloud ibridi con strumenti frammentati e in silos. Insights fornisce una visibilità unificata attraverso le piattaforme, consentendo di gestirle in modo olistico invece di utilizzare strumenti disparati e specifici per il cloud. “Anche le aziende più ossessionate dal cliente non avranno successo se hanno pratiche organizzate a silos per la progettazione dei prodotti, l’ottimizzazione delle operazioni interne e l’allineamento delle risorse e degli asset… i leader del software devono integrare la collaborazione nella pianificazione e nell’esecuzione. I portafogli strategici che riflettono prodotti e flussi di valore invece di progetti scollegati aiutano a ridurre i tempi di ciclo”, nota Forrester in un rapporto del gennaio 2021. E continua, “La collaborazione estesa rende i team più disposti a sperimentare e ricalibrare la loro direzione se necessario, il che accelera il cambiamento”.

 

Nonostante il chiaro imperativo di avere una visione coerente delle operazioni di cloud ibrido, molte organizzazioni isolano team e budget dedicati al mantenimento e alla crescita delle applicazioni business critical su sistemi tradizionali, e quelli focalizzati su stack e operazioni cloud-native. Estendendo Insights al fine di includere Red Hat OpenShift e Ansible Automation Platform, Red Hat mira a ridurre l’attrito tra le organizzazioni IT e di business responsabili del supporto dei sistemi necessari per eseguire il business oggi e costruire i servizi e le applicazioni per alimentare la crescita di domani.

 

 

 

Mitigare il rischio mentre si affronta lo sprawl cloud-native

Red Hat OpenShift, la piattaforma Kubernetes leader del settore, è emersa come la base per gli ambienti cloud ibridi, consentendo ai clienti di abbracciare i servizi cloud-nativi pur continuando a supportare le applicazioni tradizionali. Con Insights for Red Hat OpenShift, le imprese possono identificare, dare priorità e risolvere in modo proattivo i potenziali problemi e gestire i costi negli ambienti multi-cluster.

 

Il bilanciamento dei costi negli ambienti cloud ibridi senza visibilità sui driver di costo specifici o sull’utilizzo delle sottoscrizioni può rappresentare una sfida. Le funzionalità di gestione dei costi e delle sottoscrizioni di Insights forniscono una visione semplificata e intuitiva dei costi, dal macro al granulare, per le implementazioni multi-cluster di Red Hat OpenShift, dai cloud pubblici ai server bare-metal, offrendo una visione olistica dei costi reali associati all’esecuzione di un ambiente OpenShift, con la possibilità di effettuare il drill down per progetto o team.

 

Collegare l’automazione per una maggiore collaborazione e innovazione tra i team IT

Ansible Automation Platform permette ai clienti di allontanarsi dagli approcci fai-da-te e isolati con capacità di automazione che li aiutano a rispondere più velocemente alle mutevoli esigenze aziendali e a guidare i piani futuri.

 

Insights for Ansible Automation Platform, precedentemente noto come Automation Analytics, è progettato per aiutare i team di un’organizzazione a comprendere meglio l’utilizzo dell’automazione in tutta l’azienda e stabilire approcci e pratiche comuni per i flussi di lavoro di automazione.

 

Migliorare la visibilità su vulnerabilità, conformità e sottoscrizioni in Red Hat Enterprise Linux

Da quando Insights (nel 2019) è disponibile con tutte le sottoscrizioni attive di Red Hat Enterprise Linux, il numero di istanze RHEL che lo utilizzano per gestire l’efficienza operativa e il ripristino della sicurezza è cresciuto fino a più di 600.000 host RHEL analizzati al giorno. Le funzionalità di Insights for Red Hat Enterprise Linux per i team di sicurezza, operation e commerciali si sono ampliate per contribuire a solidificare ulteriormente Red Hat Enterprise Linux come base intelligente per i carichi di lavoro in tutto il cloud ibrido aperto.

 

I nuovi miglioramenti di Insights per Red Hat Enterprise Linux includono:

· Capacità di intelligence delle minacce, compresa l’identificazione di quali security advisory e Common Vulnerabilities and Exposures (CVE) si applicano ad un ambiente Red Hat, così come la scansione della conformità attraverso OpenSCAP.

· Notifiche migliorate per fornire approfondimenti su sicurezza, operazioni e costi, nonché raccomandazioni per l’integrazione con altre operazioni e strumenti di gestione IT.

· Gestione semplificata delle sottoscrizioni, precedentemente nota come Subscription Watch, che fornisce un reporting unificato dell’utilizzo delle sottoscrizioni Red Hat e, attraverso Red Hat Cloud Access, un più facile onboarding delle sottoscrizioni e della gestione negli ambienti cloud pubblici.

 

Disponibilità

Insights per Red Hat OpenShift e Insights per Ansible Automation Platform sono già disponibili, insieme a Insights per Red Hat Enterprise Linux, su cloud.redhat.com.

“Red Hat ha progettato, costruito e supportato software e servizi open source per decenni. Questa esperienza, combinata con dati e analisi estese da scenari del mondo reale, ci permette di fornire ai nostri clienti una profonda comprensione di questi sistemi”, commenta Joe Fitzgerald, vice president, Management, Red Hat. “Questi approfondimenti informano un migliore processo decisionale per proteggere, ottimizzare e gestire i sistemi con maggiore coerenza. Con l’accelerazione della velocità del business, combinata con la crescente scala e complessità delle implementazioni di cloud ibrido, questo livello di discernimento sarà essenziale”.

 

“I team preferiscono viste coerenti e operazioni che attraversano gli ambienti in modo che, per esempio, le soluzioni di monitoraggio appaiano le stesse per l’infrastruttura, le applicazioni e i log”, aggiunge Stephen Elliot, program vice president, Management Software and DevOps, IDC. “Questa coerenza aiuta gli utenti a fare confronti significativi tra gli ambienti, come le prestazioni delle applicazioni in sede rispetto a quelle nel cloud. Molti dirigenti IT aspirano a includere queste fonti di dati in un’unica piattaforma, applicando l’analisi al set di dati”.

(I-TALICOM)