HPE amplia il portafoglio 5G con una soluzione di gestione automatizzata per il 5G

222

HOUSTON – Hewlett Packard Enterprise (NYSE: HPE) ha annunciato una nuova soluzione software per il 5G che aggiunge una gestione completamente automatizzata e integrata all’esistente portafoglio di soluzioni 5G di HPE. La soluzione include HPE 5G Automated Assurance e una nuova funzionalità 5G per la soluzione HPE Service Director, che insieme semplificano la gestione delle reti 5G e riducono i rischi di implementazione attraverso un sistema di provisioning delle reti denominato zero-touch, ossia in modo completamente automatizzato. Il nuovo software di automazione monitora e orchestra le funzioni di rete, l’infrastruttura, le reti di tipo slice e i servizi, agendo automaticamente sui problemi rilevati per garantire la continuità del servizio stesso. Il software è pre-integrato con le soluzioni open 5G di HPE, compreso HPE 5G Core Stack, oltre a sfruttare tecnologie open-source e ad offrire API aperte per integrarsi con distribuzioni multi-vendor.

Il 5G porterà enormi miglioramenti in termini di larghezza di banda, latenza e numero di device e servizi supportati, ma anche un’enorme complessità e rischi operativi per gli operatori di rete. Gli standard 5G sono stati progettati per abbracciare piattaforme aperte, cloud-native che utilizzano componenti software e hardware disaggregati da una varietà di fornitori. Di conseguenza, le telco che implementano reti 5G dovranno gestire e mantenere numerose network slice, migliaia di macchine virtuali e centinaia di funzioni di rete virtuali/containerizzate (VNFs/CNFs) in migliaia di siti.

Il software di automazione 5G di HPE riduce il rischio di gestire una rete 5G multi-vendor, fornendo funzionalità di automazione che vanno dalla gestione dell’infrastruttura allo slice automation, utilizzando componenti software aperti e sicuri. Gli operatori possono implementare la soluzione di automazione 5G in conformità agli standard come ETSI e 3GPP, combinando sicurezza automatizzata con l’orchestrazione per consentire un processo end to end a ciclo chiuso in modalità zero-touch ossia senza l’intervento dell’operatore. Ogni volta che nuove funzioni di rete, reti di tipo slice e servizi vengono distribuiti, si attiva automaticamente il monitoraggio che rileva eventuali problemi del servizio e attiva automaticamente la riparazione, lo scaling o l’ottimizzazione dell’infrastruttura e dei servizi.

La soluzione integrata di automazione per reti 5G di HPE è progettata per innumerevoli casi d’uso, introducendo innovazioni chiave come l’orchestrazione intent-based, la sicurezza basata su algoritmi di AI/ML, l’onboarding di CNF, la gestione automatizzata degli slice e l’elasticità dell’infrastruttura. Questa nuova soluzione software 5G si unisce al portafoglio software HPE 5G che include anche HPE 5G Core Stack, HPE Open RAN Solution Stack e le soluzioni edge, tra cui HPE Edge Orchestrator. Si basa sull’expertise di HPE come fornitore leader di soluzioni di service assurance, orchestrazione e gestione dell’infrastruttura per reti fisse e mobili, accelerando la capacità delle telco di implementare il 5G.

Il software è pre-integrato con HPE 5G Core Stack e si integra anche con funzioni di rete (NF) multi-vendor di HPE e dei partner. L’integrazione e i test con le NF di HPE e dei partner vengono eseguiti presso il 5G Lab di HPE a Fort Collins, Colorado.

“Per cogliere appieno l’opportunità presentata dal 5G e dal network slicing, gli operatori di rete devono abbracciare i principi open e cloud-native che sono stati integrati negli standard del settore”, ha dichiarato Domenico Convertino, VP of Product Management, HPE Communications Technology Group. “In linea con questo approccio, HPE ha sviluppato capacità di automazione completamente integrate che riducono i rischi delle implementazioni 5G e massimizzano il ritorno economico per gli operatori di rete. Basandoci sulla nostra leadership nel cloud telco, nei sistemi di supporto alle operazioni e nell’orchestrazione, stiamo introducendo un’offerta integrata che accelera l’automazione nel settore.”

La nuova soluzione di automazione 5G porta l’orchestrazione intent-based con una nuova funzionalità 5G per HPE Service Director e fornisce sicurezza guidata da algoritmi di AI/ML con un nuovo prodotto, HPE 5G Automated Assurance.

Una nuova funzionalità 5G per HPE Service Director

HPE Service Director orchestra infrastrutture e servizi 5G complessi in modo semplice, senza sviluppo di codice, per ottimizzare i processi operativi attraverso le funzioni di connettività, calcolo, applicazione e rete. Utilizza la modellazione intent-based per progettare modelli di servizio e le loro politiche per orchestrare i processi aziendali e il ciclo di vita completo in ambienti ibridi, consentendo agli operatori di abbracciare la tecnologia DevOps. La nuova funzionalità 5G di HPE Service Director fornisce un’orchestrazione zero-touch e guidata dai profili per lo slicing della rete 5G e una gestione completamente automatizzata del ciclo di vita dello slice di rete in tutti i domini. È completata da HPE NFV Director, un’offerta di orchestrazione delle risorse comprovata e scalabile conforme allo standard ETSI sia per i VNF che per i CNF.

HPE 5G Automated Assurance

HPE 5G Automated Assurance consente alle telco di automatizzare il rilevamento, la previsione e la soluzione dei problemi della rete 5G e dei servizi, grazie a un design aperto, sicuro e basato su un modello di dati guidato da algoritmi di ML che sono 5G-ready. Raccoglie e analizza un’enorme quantità di informazioni diverse dalla rete 5G in tempo reale per rilevare anomalie o modelli di problemi e avviare una soluzione appropriata. La soluzione HPE 5G Automated Assurance è stata progettata da zero per operare in un ecosistema multi-vendor, interagendo facilmente con diverse tecnologie di più fornitori.

Queste due nuove soluzioni di automazione sono integrate da HPE Resource Aggregator for Open Distributed Infrastructure Management che semplifica la gestione dell’infrastruttura di calcolo di livello telco su migliaia di siti.

(I-TALICOM)