HPE spiana la strada alla diffusione di massa dell’Open RAN nelle reti 5G

202

HOUSTON, TEXAS – Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato l’HPE Open RAN Solution Stack, per consentire l’implementazione commerciale di Open RAN su larga scala nelle reti globali 5G. L’HPE Open RAN Solution Stack include un software di orchestrazione e automazione, modelli di infrastrutture specifiche per le RAN e infrastrutture ottimizzate per le telco. Il software di gestione e orchestrazione dei servizi di HPE supporta le reti telco dal core all’Edge, riducendo i rischi e permettendo agli operatori di cogliere i vantaggi del 5G. L’HPE Open RAN Solution Stack include inoltre il nuovo server HPE ProLiant DL110 Gen10 Plus – il primo server del settore ad essere ottimizzato per workload Open RAN (radio access network).

 

L’HPE Open RAN Solution Stack è stato sviluppato dal nuovo Communications Technology Group (CTG) di HPE, che offre uno dei portafogli telco più ampi del mercato, ed è stato creato per aiutare le telco e le imprese a sfruttare l’enorme opportunità del mercato 5G con una famiglia soluzioni stack open e interoperabili. L’HPE Open RAN Solution Stack segue le orme dell’HPE 5G Core Stack, che è stato presentato nel marzo dello scorso anno. Le soluzioni sono collegate con una piattaforma di orchestrazione comune che supporta le telco nel distribuire risorse e applicazioni dal core delle telco all’Edge. Entrambe le soluzioni sono sostenute da un ecosistema di partner e i leader del settore stanno già lavorando per testare e ottimizzare il loro software Open RAN con la HPE Open RAN Solution Stack.

 

Le reti di comunicazione globali stanno subendo una grande trasformazione. Il 5G è stato sviluppato con standard aperti, permettendo agli operatori di rete di staccarsi dai sistemi proprietari single vendor su cui erano costruite le reti della generazione precedente. Gli standard 5G danno agli operatori di rete la possibilità di abbinare hardware e software best-of-breed di più fornitori sia nella RAN che nel core delle telco. Queste tecnologie open sono perseguite con decisione dalle telco globali, dagli organismi industriali e dai governi in quanto promettono di creare una maggiore concorrenza, abbassare i costi e stimolare l’innovazione.

 

Le reti 5G open e cloud-native sono costruite su hardware IT industry standard che eseguono reti virtualizzate e i progressi tecnologici stanno ora consentendo di applicare i vantaggi di questa disaggregazione anche alla RAN 5G. HPE sta contribuendo alla O-RAN Alliance e al Telecom Infra Project (TIP) che stanno guidando questo importante cambiamento del settore. Con l’introduzione di HPE Open RAN Solution Stack, le telco possono prepararsi all’adozione commerciale di Open RAN su vasta scala. HPE ha più di 30 anni di esperienza nella progettazione, costruzione e messa a punto di infrastrutture e software di livello telco, e sta portando la sua esperienza unica nel settore delle telecomunicazioni con questa piattaforma di infrastruttura RAN pre-integrata e rinforzata.

 

“Portando l’innovazione dall’Edge al cloud attraverso soluzioni open stack sicure, HPE mira a diventare il catalizzatore di trasformazione per l’economia 5G”, ha detto Phil Mottram, SVP e GM, Communications Technology Group, Hewlett Packard Enterprise. “Abbiamo collaborato con clienti e partner per costruire l’HPE Open RAN Solution Stack da zero, per soddisfare le esigenze uniche delle implementazioni Open RAN. Il server HPE ProLiant DL110 Gen10 Plus è il primo server ottimizzato per workload che soddisfano le soluzioni Open RAN del settore, che consente alle telco di garantire efficienza, ridurre la complessità operativa, semplificare l’infrastruttura e rendere il Radio Access Network a prova di futuro”.

 

Accelerare la distribuzione commerciale di Open RAN

 

L’HPE Open RAN Solution Stack permette alle telco di allocare le risorse dove necessario, offrendo maggiore agilità, efficienza e flessibilità della rete. Progettato da zero per supportare i workload tipici di una RAN, l’HPE Open RAN Solution Stack consente ai clienti di rendere la loro RAN pronta per il futuro e di proteggere il loro investimento acquisendo la capacità di supportare nuove tecnologie multivendor in un ambiente a basso rischio.

 

La chiave per distribuire l’Open RAN su larga scala è la capacità di gestire e orchestrare workload su migliaia di siti Edge. Il collaudato software di gestione e orchestrazione di HPE è pronto per l’implementazione nei casi di Open RAN attive ed in funzione. Fornisce innovazioni di rilievo, inclusa l’orchestrazione “intent-based” e le soluzioni di automazione basate su algoritmi e modelli di AI/ML. Questo permette alle telco di gestire attraverso tutta la rete migliaia di virtual machine (VM), centinaia di diverse funzioni di rete virtualizzate (VNF) e funzioni di rete basate su tecnologia a containers (CNF).

 

Altro elemento cruciale è l’accessibilità di progetti tecnologici a basso rischio, pre-validati e ottimizzati per le telco. Il piccolo numero di implementazioni Open RAN attualmente in funzione è costruito su configurazioni su misura che non sono progettate per essere replicate su migliaia di siti. Le Telco Infrastructure Blueprints di HPE risolvono questa complessità, riducendo i rischi, la complessità e i tempi di implementazione, pur consentendo l’utilizzo di software da diversi fornitori. HPE sta collaborando con Intel per sviluppare una architettura di riferimento verificata e costruita per aiutare i clienti a semplificare il percorso verso una RAN virtualizzata (vRAN), stabilendo un design ben finito di hardware, firmware e software che riduca il time to market e le complessità operative sia per le telco che per i partner tecnologici.

 

HPE CTG è impegnato a creare un vivace ecosistema di partner per ridurre i rischi di implementazione di reti 5G open e multivendor. L’HPE 5G Core Stack ha già ottenuto il supporto di molti leader del settore e con il lancio di HPE Open RAN Solution Stack, HPE sta incoraggiando telco, systems integrator, fornitori di apparecchiature di rete e fornitori di software a unirsi per testare, convalidare e pre-integrare le loro tecnologie Open RAN al fine di fornire soluzioni aperte e “best of breed”.

 

L’HPE Open RAN Solution Stack viene lanciato con il nuovissimo server HPE ProLiant DL110 Gen10 Plus, altamente ottimizzato per i workload vRAN richiesti dalle telco:

  • Architettura open e standard-based – Con il supporto di soluzioni RAN basate su software multi-vendor
  • Potenti capacità di calcolo – supportate dai prossimi processori Intel® Xeon® Scalable di terza generazione che offrono la prestazione e il basso consumo energetico richiesto per i siti RAN
  • Piattaforma industrializzata con certificazione NEBS Level 3 e GR 3108-compliant di livello carrier-grade – Progettata per l’Edge
  • Footprint e consumo energetico complessivo ridotti – Supporto della funzionalità dell’unità principale, del gateway “fronthaul” e del router associato in un singolo server 1U/1P a profondità ridotta e altamente ottimizzato
  • “Accelerator” option: per gestire i workload per le vRAN sensibili ad alte performance e che supportano workload di tipo “packet-processing”.
  • Consistenza dal core all’Edge – Fornendo l’esperienza affidabile di sicurezza e gestibilità di HPE ProLiant, che include la tecnologia “Silicon Root of Trust”

 

Il server HPE ProLiant DL110 Gen10 Plus è l’ultima offerta server che si aggiunge al completo portafoglio hardware di HPE per i fornitori di servizi di comunicazioni, che include inoltre i sistemi della famiglia dei sistemi convergenti HPE Edgeline. La famiglia Edgeline EL8000 di server industriali con tecnologia multi-blade offre una grande capacità di accelerazione e può anche adattarsi a una varietà di scenari 5G per vRAN, così come workload non-RAN, come il Multi-access Edge Compute (MEC). L’HPE ProLiant DL360 è anche una buona opzione per l’implementazione di RAN centralizzate.

 

Test 5G Core di Orange e HPE

Ora generalmente disponibile in tutto il mondo, l’HPE 5G Core Stack è uno stack software di rete core 5G open, cloud-native e containerizzato che libera il pieno potenziale del 5G. Offre lo slicing e automazione end-to-end, consentendo alle telco di fornire servizi di qualità differenziata nelle loro reti esistenti e future.

 

Orange, uno dei maggiori operatori di rete mobile del mondo, ha intrapreso un percorso verso un approccio cloud open e multivendor per il 5G. L’azienda sta conducendo diverse prove e test per assicurarsi di essere pronta per questa significativa trasformazione. Una demo con HPE e Casa Systems presso il loro Lab in Francia è stata realizzata con successo lo scorso anno.

 

“Nel 2020, insieme a HPE, abbiamo realizzato la prima chiamata su una catena di rete standalone 5G multivendor. Ora stiamo andando oltre e stiamo testando il concetto di un Core 5G 100% software-based, data e AI-driven, completamente automatizzato”, ha dichiarato Emmanuel Bidet, VP, Convergent Networks Control, Orange Group. “HPE è un partner importante con una lunga storia nelle reti core e nei sistemi OSS, una piena comprensione delle nostre esigenze multivendor e con esperienza di integrazione orizzontale e verticale, dall’applicazione all’infrastruttura. HPE porta una serie di funzioni di rete native per il cloud, conformi agli standard, e l’automazione della gestione degli slice che può essere replicata per l’integrazione end to end in ogni paese. I primi risultati sono davvero incoraggianti e Orange apprezza il forte coinvolgimento dei team HPE”.

 

Con HPE 5G Core Stack, le società telco possono introdurre funzioni di rete secondo necessità, così da poter rispondere agli sviluppi del mercato, evitare il vendor lock-in e rendere la rete pronta ai prossimi traguardi degli standard 5G. HPE 5G Core Stack può essere implementato, testato e messo in funzione in meno di un’ora – 10 volte più veloce di una soluzione core tradizionale. È semplice da utilizzare e offre una scalabilità illimitata grazie al suo design davvero “cloud-native”.

 

In linea con il principio fondatore di HPE CTG, l’HPE 5G Core Stack combina il meglio dell’esperienza software e hardware di HPE con questa soluzione disponibile oggi come piattaforma software e hardware pre-integrata tramite HPE GreenLake. Implementando l’HPE 5G Core Stack su una base “pay-as-you-use” con HPE Greenlake, le telco possono dare vita a una rete core 5G con un rischio ridotto e un piccolo investimento iniziale, allineando i costi al numero di abbonati.

(I-TALICOM)