ESPOO – Nokia ha annunciato ulteriori dettagli dopo essere stata nominata dalla NASA come partner per far progredire le tecnologie “Tipping Point” per la Luna, dispiegando il primo sistema di comunicazioni LTE/4G nello spazio e contribuendo ad aprire la strada verso una presenza umana sostenibile sulla superficie lunare.

 

Le innovazioni pionieristiche di Nokia Bell Labs saranno utilizzate per costruire e distribuire la prima soluzione LTE end-to-end ultracompatta, a bassa potenza, resistente allo spazio, end-to-end sulla superficie lunare verso la fine del 2022. Nokia sta collaborando con Intuitive Machines per questa missione per integrare questa rete innovativa nel loro lander lunare e portarla sulla superficie lunare. La rete si autoconfigurerà al momento dello spiegamento e stabilirà il primo sistema di comunicazione LTE sulla Luna.

 

La rete fornirà capacità di comunicazione critiche per molte diverse applicazioni di trasmissione dati, comprese le funzioni vitali di comando e controllo, il controllo remoto dei rover lunari, la navigazione in tempo reale e lo streaming di video ad alta definizione. Queste applicazioni di comunicazione sono tutte vitali per la presenza umana a lungo termine sulla superficie lunare.

 

La rete LTE di Nokia – il precursore del 5G – è ideale per fornire connettività wireless per qualsiasi attività che gli astronauti devono svolgere, consentendo capacità di comunicazione vocale e video, telemetria e scambio di dati biometrici, nonché il dispiegamento e il controllo di carichi utili robotici e sensoriali.

 

Marcus Weldon, Chief Technology Officer di Nokia e Presidente dei Nokia Bell Labs, ha dichiarato: “Facendo leva sulla nostra ricca storia di successo nelle tecnologie spaziali, dalle pionieristiche comunicazioni satellitari alla scoperta della radiazione cosmica di fondo a microonde prodotta dal Big Bang, stiamo ora costruendo la prima rete di comunicazioni cellulari in assoluto sulla Luna. Reti di comunicazione affidabili, resistenti e ad alta capacità saranno la chiave per sostenere una presenza umana sostenibile sulla superficie lunare. Costruendo la prima soluzione di rete wireless ad alte prestazioni sulla Luna, i Nokia Bell Labs piantano ancora una volta la bandiera dell’innovazione pionieristica oltre i limiti convenzionali”.

 

La rete lunare di Nokia è costituita da una stazione base LTE con funzionalità Evolved Packet Core (EPC) integrate, apparecchiature utente LTE, antenne RF e software di controllo ad alta affidabilità per le operazioni e la manutenzione (O&M). La soluzione è stata appositamente progettata per resistere alle dure condizioni del lancio e dell’atterraggio lunare e per operare nelle condizioni estreme dello spazio. La rete cellulare completamente integrata soddisfa i vincoli molto severi di dimensioni, peso e potenza dei carichi utili spaziali in un fattore di forma estremamente compatto.

 

Le stesse tecnologie LTE che nell’ultimo decennio hanno soddisfatto le esigenze di dati e voce mobili del mondo per l’ultimo decennio sono adatte a fornire connettività e capacità di comunicazione allo stato dell’arte per qualsiasi futura spedizione spaziale. LTE è una tecnologia commerciale collaudata, ha un grande ecosistema di fornitori di tecnologia e componenti e viene impiegata in tutto il mondo. Le tecnologie di comunicazione commerciali off-the-shelf, in particolare la tecnologia cellulare di quarta generazione basata su standard (4G Long Term Evolution (LTE)) sono mature, collaudate, affidabili e robuste, facilmente implementabili e scalabili. Nokia prevede di fornire prodotti commerciali LTE e di fornire la tecnologia per espandere la commercializzazione di LTE, e di perseguire le applicazioni spaziali della tecnologia 5G, il successore di LTE.

 

Attraverso la sollecitazione Tipping Point, la direzione delle missioni della NASA per la tecnologia spaziale cerca tecnologie spaziali sviluppate dall’industria che possano favorire lo sviluppo di capacità spaziali commerciali e beneficiare delle future missioni NASA. Le partnership pubblico-privato stabilite attraverso le selezioni Tipping Point combinano le risorse della NASA con i contributi dell’industria, guidando lo sviluppo di tecnologie spaziali critiche. La NASA prevede di sfruttare queste innovazioni per il suo programma Artemis, che stabilirà operazioni sostenibili sulla Luna entro la fine del decennio in preparazione di una spedizione su Marte.

 

In qualità di leader di mercato nelle tecnologie di comunicazione end-to-end per fornitori di servizi e clienti aziendali a livello globale, Nokia sviluppa e fornisce reti mission-critical adottate da aeroporti, fabbriche, industrie, primi soccorritori e le più difficili operazioni minerarie sulla Terra, per l’automazione, la raccolta dati e comunicazioni affidabili. Distribuendo le sue tecnologie negli ambienti più estremi, Nokia Bell Labs convaliderà le prestazioni e il livello di preparazione tecnologica della soluzione e la ottimizzerà ulteriormente per le future applicazioni terrestri e spaziali.

(I-TALICOM)