– GLASGOW – Dopo la medaglia d’oro di Simona Quadarella conquistata negli 800 stile libero agli Europei di vasca corta in Scozia e quella di bronzo per l’altra azzurra in finale, Martina Caramignoli, si guarda alla terza giornata di gare dove al Tollcross Swimming Center si stanno disputando le batterie.Sui 100 rana donne Martina Carraro si presenta come la favorita della vigilia, ed il suo stato di forma lo confermerebbe centrando il crono di 1’04″66Dai 50 stile libero uomini arrivano buone notizie per l’Italia: Federico Bocchia ed Alessandro Miressi ottengono il quarto tempo al centesimo (21″31). In vetta il francese Florent Manaudou (21″06) a precedere di due centesimi il russo Vladimir Morozov (21″08) e saranno loro i favoriti per il successo finale. Nel pomeriggio ne sapremo di più. 21° e 29° posto per gli altri azzurri Leonardo Deplano e Giovanni Izzo.Colpo di coda per Margherita Panziera che, nei 200 dorso donne, vuol dimenticare la brutta finale del 100 di ieri e si regala il miglior crono per l’atto conclusivo: 2’02″88. Una nuotata sciolta la sua ed una gestione dello sforzo che è piaciuta. Alle sue spalle l’ucraina Daryna Zevina (2’03″35) e l’olandese Kira Toussaint (2’04″64) sembrano le avversarie con le credenziali migliori per impensierire la nostra portacolori in vista dell finale pomeridiana. Buona la prova di Nicolò Martinenghi e di Fabio Scozzoli nelle heat dei 100 rana: il lombardo è quarto (57″41) e il romagnolo settimo (57″80). Nel pomeriggio, però, bisognerà mettere in mostra qualcosa di meglio per meritarsi la finale. In vetta all’overall l’olandese Arno Kamminga (56″71), già vincitore dei 200 rana qui a Glasgow. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)