– ISCHIA – Per la diciassettesima edizione dell’ Ischia Film Festival al Castello Aragonese dell’isola partenopea. Il primo “ciak” della rassegna è con Walter Veltroni che presenta la sua opera di fiction, C’è Tempo.I registi Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana raccontano il loro  film sequel “Bentornato Presidente” con Claudio Bisio come protagonista “Abbiamo cercato di dare ai personaggi un’umanità. In Salvini vedo una folle tenerezza” ha dichiarato Calabresi. “Ho cercato di renderlo un buon uomo che davanti ai social e alle telecamere si trasforma nel nero di se stesso”. “Volevamo fossero un po’ dei paciocconi” ha aggiunto Poggi. “Ovviamente potevamo andarci più pesanti. Ma volevamo dar loro un’umanità che chissà se davvero hanno”.Tra i protagonisti dell’apertura del festival anche Vinicio Marchioni,  di Cronofobia, diretto da Francesco Rizzi, in concorso, e Drive Me Home, di Simone Catania, nella sezione Best Of. “Ho avuto la fortuna di lavorare in due opere dal respiro europeo” ha dichiarato l’attore romano. “Opere anche un po’ folli, ma forse per fare film oggi c’è bisogno anche di un po’ di incoscienza”.La rassegna che resterà aperta sino al 6 luglio 2019, è stata realizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema, della Regione Campania, del Comune d’Ischia, e con il sostegno di Campari, BPER Banca, Artisti 7607 e Mini.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)