– NAPOLI – Si chiama Nan-4-Tum, una sonda messa a punto dall’Istituto Nazionale Tumori – Fondazione Pascale, diagnosticare con tempestività delle metastasi tumorali e ridurne gli effetti collaterali con la possibilità di ridurre anche la tossicità delle cure. Un traguardo raggiunto dalla struttura napoletana con gli oncologi Stefania Scala e Paolo Ascierto, già direttore della Struttura Complessa di Oncologia clinica sperimentale Melanoma Immunoterapia e Terapie Innovative.Questo progetto hi-tech, rientrerà nel finanziamento europeo Eranet. Il suo compito, quindi, sarà quello di evidenziare il ricettore CXCR4, tramite il dendrimero, una struttura creata appositamente in laboratorio che amplifica l’efficacia e la sensibilità della sonda.Tale studio, attualmente ancora in una fase di incubazione, è condotto in collaborazione con altri cinque Paesi: Francia, Repubblica Ceca, Cina, Norvegia e Spagna.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)