TARANTO – In attesa dell’incontro di questa sera tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e le rappresentanza sindacali dell’ex Ilva non scongiura la tensione molto alta che serpeggia tra istituzioni, politica e lavoratori.
Qualsiasi  mediazione si poteva ipotizzare tra Governo e ArcelorMittal sul caso dell’ex Ilva, ora appare sempre più impossibile. La denuncia depositata venerdì scorso dai commissari dello stabilimento pugliese, contro il gruppo franco-indiano, lasciano poco margine di manovra ma soprattutto i toni sono diventati accesi fino ad accusare  di violenza , minacce e devastante offensività. Sarebbe questo il comportamento tenuto dal gruppo ArcelorMittal nella gestione dell’azienda secondo quanto denunciato dai commissari.
Il Tribunale di Milano ha fissato l’udienza per il prossimo 27 novembre e per la trattativa sarà come tastare il polso al gruppo. 

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)