– DURAZZO (ALBANIA) – Si continua a scavare sotto le macerie provocate dal terremoto di magnitudo 6.2 che ieri ha colpito duramente una parte dell’Albania mentre oggi è stata proclamata una giornata di lutto nazionale. Il bilancio dei morti finora è stato di 23 persone mentre sono oltre 800 sono i feriti.I danni più gravi si sono registrati a Durazzo e Tirana. Ieri l’Italia ha inviato aiuti e mezzi di soccorso e due unità cinofile specializzate nel ritrovamento di persone. Per oggi,intanto, è stato proclamata una giornata di lutto nazionale in memoria delle vittime. Crolli a Thumana e Durazzo Secondo il sito di notizie Balkan News tra le vittime ci sono due bambini. Per la maggior parte le vittime sono state estratte dalle macerie di palazzine crollate a Thumana, una località a circa 40 chilometri a nord di Tirana, e Durazzo, dove è crollato anche un albergo. A Kurbinun uomo è morto dopo essersi gettato dal balcone per tentare dimettersi in salvo. Bimbo estratto vivo dalle macerie Proseguono intanto le operazioni di soccorso in tutta l’area colpita. Un bambino è stato estratto vivo dalle macerie di un edificio crollato a Durazzo. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)