– WASHINGTON – L’impeachment del presidente Usa, Donal Trump, potrebbe essere votato alla Camera già a Novembre e cioè prima del giorno del Ringraziamento che cade il 28. Indiscrezioni parlano di un Donald Trump messo sotto pressione da Mick Mulvaney che gli rimprovera di non aver messo a punto nessuna strategia dopo la pubblicazione del sommario della conversazione telefonica fra il presidente americano e il leader ucraino Volodymyr Zelensky. Ed è stata proprio questa sollecitazione ad aver spinto Trump ad intensificare nelle ultime ore gli incontri con i suoi consiglieri e legali per trovare una strategia per rispondere agli effetti della telefonata. Nonostante non sia più nelle grazie del presidente, Mulvaney almeno per il momento non rischia di perdere il suo posto: Trump è infatti consapevole che se lo licenziasse non farebbe altro che aumentare le speculazioni e le critiche alla Casa Bianca. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)