Junya Watanabe

– PARIGI – Giro di boa per la Fashion Week parigina che chiuderà martedì 1 ottobre prossimo. La Paris Fashion Weeek 2019 continua fino a martedì 1 ottobre. Oggi sulla passerella della moda francese ambientata tra le pareti scrostate del Grand Palais ancora in ristrutturazione prima delle grande riapertura dopo il maquillage, è andata Junya Watanabe con una collezione di pura sartorialita, ma che interpreta stili di vita metropolitani come il sua trench capace di scomporsi in abito, corsetto o gonna. E poi Haider Hackermann c he con il suo designer colombiano ha presentato capi dai tagli strategici con tagli al di sopra della vita per le giacche che poi scendono in morbidi drappi e infine il clou della giornata con Vivienne Westwood ed HermésDomani 29 settembre sono in programma le sfilate di Balenciaga, Thom Browne, Valentino e Givenchy. Il penultimo giorno, lunedì 30 settembre, saranno Stella McCartney, Giambattista Valli, e Alexander McQueen ad andare in scena nella prima parte di giornata per poi cedere il passo a Chanel, Miu Miu e con il gran finale di Louis Vuitton.La parte del leone l’hanno fatto gli accessori con le borse micro o in tessuti intrecciati proposte nelle collezioni di Marine Serre, Landin e la shopper di Christian Dior. Nel “fuorisalone” parigino tra il Marais e il Musée des Arts Décoratifs in rue de Rivoli, le proposte di “artigiani” dell’Haute Couture come i cappelli della designer italiana Patrizia Fabri che ha presentato la sua collezione primavera/estate 2020 portato in auge la paglia di Firenze materiale simbolo della cappelleria italiana con nastri sempre più in evidenza che attraversano  esternamente la falda e lunghe trecce in rafia.  Un accurata scelta di forme  vengono messe in evidenza  dall’utilizzo di Cerchi e Frange di Rafia. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)