– MILANO – Come atteso è arrivato questa sera il giudizio di Fitch che conferma il rating BBB dell’Italia con outlook negativo che riflette “l’alto livello del debito pubblico“, una crescita debole e “la crescente incertezza” legata all’attuale dinamica politica. Si è evitato quindi il downgrade per i conti pubblici del nostro Paese che resta due gradini sopra la soglia del junk, destinata a quei debitori considerati non affidabili come accadde per la Grecia. L’agenzia di rating statunitense, dunque, come nelle attese, ha confermato il giudizio espresso a febbraio scorso quando peraltro aveva sottolineato il “rischio di elezioni anticipate“. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)