– WASHINGTON – Cambio di guardia forzato ai vertici della Marina americana. L’attuale ambasciatore Usa in Norvegia, Ken Braithwaite, sarà nominato nuovo capo della Marina americana al posto di Richard Spencer che è stato licenziato dal Pentagono per la gestione del caso del Navy Seal Edward Gallagher. Lo ha annunciato via Twitter il presidente Donald Trump. “Non mi ha soddisfatto il modo in cui è stato gestito il processo del Navy Seal Gallagher dalla Marina. E’ stato trattato molto male e nonostante questo è stato completamente esonerato rispetto alle principali accuse”, ha tuonato Trump. “Ho quindi ripristinato il grado di Eddie. Contemporaneamente, il grande sforamento dei costi nelle procedure di contratto dalla passata amministrazione non è stato di mia soddisfazione. Pertanto, il servizio del segretario della Navy Richard Spencer è stato interrotto dal segretario alla Difesa Mark Esper. Ringrazio Richard per il suo servizio ed impegno. Eddie – ha proseguito Trump – andrà in pensione pacificamente con tutti gli onori che si è guadagnato, compresa la spilletta del tridente”, che è il simbolo dei Navy Seals. Spencer – riferisce la Cnn – avrebbe proposto un accordo segreto alla Casa Bianca sul caso di Gallagher. Il Navy Seal si era fatto fotografare vicino al corpo senza vita di un combattente dell’Isis, un’azione vietata dal regolamento. Per questo era stato retrocesso e la decisione è stata contestata ed annullata dal presidente Donald Trump. Spencer, venerdi’ scorso, avrebbe proposto alla Casa Bianca di lasciare finire la carriera a Gallagher come Navy Seal ma al termine di un processo per abbassargli il grado. A fare infuriare Trump con Spencer sarebbe stata proprio la proposta di retrocessione dell’ufficiale. Non solo. Spencer avrebbe bypassato il capo del Pentagono, Mark Esper, rivolgendosi direttamente alla Casa Bianca. Trump aveva avvertito la scorsa settimana, via Twitter, che non avrebbe consentito alla Navy di punire Gallagher, “togliendogli il tridente”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)